Olio di rosa mosqueta per la pelle

Olio di rosa mosqueta per la pelle Benessere

La nostra pelle è soggetta ogni giorno ad attacchi esterni di diverso tipo, che ne pregiudicano la bellezza estetica e la salute. Per questo motivo è necessario proteggersi quotidianamente ed esistono diversi modi per farlo in maniera naturale. Uno di questi consiste nell’applicazione di olio di rosa mosqueta. Vediamo assieme qualcosa in più su questo rimedio naturale molto utile.

Olio di rosa mosqueta: di cosa si tratta?

Di cosa parliamo quando inquadriamo l’olio di rosa mosqueta? Dell’olio derivato dai frutti della rosa rubiginosa, una pianta che cresce spontaneamente nella regione andina e che è appunto nota a livello popolare con il nome di rosa mosqueta.

Caratterizzata da fiori rosa molto belli e da un profumo intenso, la rosa mosqueta ha delle proprietà estremamente valide per la bellezza della pelle, conosciute già da tempi remoti tra le popolazioni andine, che hanno sempre tratto molte risorse dall’ambiente in certi casi inospitale dove vivono.

Come già ricordato, l’olio di rosa mosqueta deriva dal trattamento dei frutti di questa pianta, conosciuti con il nome di drupe. Come avviene il processo? Quali sono le principali proprietà benefiche dell’olio che ne è principale risultato? Ecco qualche informazione utile al proposito.

Olio di rosa mosqueta: come si ottiene e quali sono le principali proprietà benefiche

Chiunque ami i rimedi naturali per la pelle e non solo è quasi sempre interessato anche alla provenienza della soluzione, al modo in cui è stata ottenuta prima di essere commercializzata. Per chiarirsi le idee riguardo all’olio di rosa mosqueta è bene ricordare che è il risultato di un processo di estrazione a freddo dei semi della pianta, dai quali viene poi ricavato l’olio (le drupe vengono generalmente raccolte all’inizio della primavera).

L’olio di rosa mosqueta è considerato un vero e proprio toccasana per la pelle in quanto contiene alcuni importanti grassi polinsaturi, che sono responsabili di quei processi di rigenerazione dei tessuti che consentono di operare un ringiovanimento dell’epidermide.

Tra queste sostanze è possibile ricordare in primo luogo l’acido linoleico, un acido grasso omega 6 fondamentale per chi ha intenzione di migliorare il livello d’idratazione della pelle. L’olio di rosa mosqueta si distingue anche per la presenza di licopene, un antiossidante che è fenomenale nel contrasto ai processi d’invecchiamento.

Le applicazioni di questo rimedio naturale sono davvero tante ed è bene conoscerne il maggior numero possibile se si ha intenzione di sfruttare al massimo le sue proprietà. Per approfondire non vi resta che continuare a leggere!

Olio di rosa mosqueta: altri consigli per l’applicazione

Dalle poche righe precedenti è facile comprendere come l’olio di rosa mosqueta costituisca una valida soluzione per prendersi cura della propria pelle in diverse occasioni. Quando può risultare utile? Quando si ha intenzione di combattere le rughe e magari di prevenirle, facendo in modo che l’azione antiossidante sia al suo massimo prima che il tempo faccia il suo corso.

Un altro utilizzo particolarmente vantaggioso dell’olio di rosa mosqueta riguarda il contrasto delle smagliature, ma è importante ricordare che è bene intervenire all’inizio del loro processo di formazione, quando sono ancora di colore rosato ed è quindi possibile trovare una soluzione terapeutica per eliminarle.

Applicare l’olio di rosa mosqueta può migliorare la situazione quando ci si trova in presenza di rughe di espressione, macchie della pelle, zone scottate o oggetto di processi d’irritazione. L’olio di rosa mosqueta ha anche un’altra proprietà molto rilevante, ossia la capacità di penetrare a fondo nell’epidermide. Qual è il principale vantaggio di tutto ciò? Il fatto che l’olio può essere mischiato ad altre soluzioni, come per esempio la crema idratante da applicare quotidianamente, per aumentare l’effetto dei principi.

Quando si compra l’olio di rosa mosqueta, reperibile senza problemi in qualsiasi erboristeria, è bene fare attenzione a come si conserva. Vediamo assieme perché.

Olio di rosa mosqueta: consigli per conservarlo al meglio

Quando si decide di utilizzare l’olio di rosa mosqueta per il benessere della pelle è bene ricordarsi una cosa: il prodotto deve essere conservato con attenzione. Tutto questo perché l’olio è particolarmente sensibile agli sbalzi di temperatura e di pressione e deve essere mantenuto in una situazione fresca e asciutta (l’ideale è il frigorifero). Ora che sapete quasi tutto su questo straordinario rimedio vi mancano alcune dritte per l’applicazione effettiva! Eccole qui!

Olio di rosa mosqueta: ecco come applicarlo

Come si applica l’olio di rosa mosqueta? In maniera molto semplice. Basta massaggiare la zona del corpo interessata dal trattamento fino a completo assorbimento dell’olio (abbiamo già ricordato che penetra in profondità). Si tratta di un momento davvero speciale per coccolarsi e per prendersi cura in maniera piacevole del proprio corpo. L’olio di rosa mosqueta è utile da applicare soprattutto la sera, in modo da consentire ai principi attivi di fare il loro effetto nel corso delle ore di riposo, quando la pelle non è sottoposta a nessun tipo di stress fisico.

Un’altra particolarità da non sottovalutare di questo straordinario rimedio naturale per la pelle riguarda la mancanza di effetti collaterali in gravidanza. L’olio di rosa mosqueta può infatti essere utilizzato durante i mesi di attesa, con l’obiettivo di attenuare le smagliature su pancia e seno.

 

La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo e dobbiamo prendercene cura ogni giorno non solo per questioni di bellezza, ma soprattutto per motivi di salute, perché l’epidermide in molti casi riflette la condizione interna del nostro organismo.

I rimedi naturali rappresentano la soluzione migliore per mettere in atto tutto questo senza particolari effetti collaterali e l’olio di rosa mosqueta è un’alternativa di grande efficacia, un vero e proprio regalo che la natura ci fa per coccolare il nostro corpo!

 

Share