Dimagrire le cosce: ecco come in maniera facile e veloce

Dimagrire le cosce: ecco come in maniera facile e veloce Benessere Dieta

Tante persone (donne e uomini senza differenza alcuna) sono afflitte da un problema tanto annoso quanto duro a morire: il grasso accumulato lungo le zone più fastidiose, antiestetiche e ostili che ci siano. Come le cosce, ad esempio, un’area corporea nota proprio per essere una delle più votate all’accumulo di grasso e che in forza di ciò finiscono per creare i problemi più frequenti di natura estetica. Eppure, checché se ne pensi, esistono dei modi tramite i quali sia possibile perdere peso proprio sugli arti inferiori: curiosi di conoscere quali?

Dimagrire le cosce: il movimento è fondamentale

Quando parliamo di dimagrimento fisico, non c’è santo che tenga: l’esercizio fisico è imprescindibile per chiunque voglia raggiungere questo obiettivo e indipendentemente dalle aree corporee in cui preferisce perder peso. Non è però fondamentale andare in palestra o dotarsi di sofisticate apparecchiature per il fitness, poiché per mettere in moto il meccanismo della perdita di peso è sufficiente anche una corsa di un’ora circa da effettuare per tre volte a settimana; ma anche andare un po’ in bicicletta, effettuare una lunga camminata o praticare attività aerobica (anche) all’aria aperta sono metodi senz’altro molto validi.

Se non vi ritenete persone particolarmente votate per questo genere di movimenti, allora potreste pur sempre prediligere un corso di ballo che in quanto a benefici cardiovascolari ne dà eccome! La tipologia, poi, non è granché rilevante: che sia salsa, balli di coppia, latino-americani o altro ancora sarete voi a deciderlo. E se il nuoto non vi dispiace, tanto meglio, giacché nuotare nello stile a rana o nello stile libero o anche con l’ausilio di una tavoletta aiuta a tonificare non tanto le sole cosce quanto l’intero fisico; sempre in quanto a movimenti d’acqua consigliamo poi l’acquagym che ormai si è dotata di tecniche e strumenti davvero molto efficaci sul fronte della tonificazione delle cosce.

C’è però da considerare l’ipotesi di persone che non hanno molto tempo né denaro a sufficienza da dedicare a questa tipologia di attività fisiche e per i quali, proprio per questo, sono stati pensati dei metodi tanto infallibili quanto rispondenti a suddetti stili di vita: presso un qualsiasi negozio sportivo è possibile acquistare una cyclette, un tapis roulant, uno stepper o un altro attrezzo pensato per mettere in moto gli arti inferiori e comodamente riponibile in casa. Certo, è necessario un piccolo investimento iniziale per la compera del prodotto, ma capirete bene che una volta effettuato l’acquisto ce lo ritroveremo poi per il divenire!

Dimagrire le cosce: l’alimentazione da seguire

Ma l’esercizio fisico non è tutto. Perchè un qualunque personal trainer, un qualunque conoscitore di queste tematiche ma anche la persona meno informata a questo mondo sanno bene come una dieta equilibrata sia determinante in tutto ciò. In primo luogo provvediamo quindi a liberarci del “cibo spazzatura” che tra fritture, hamburger, salatini e bevande super zuccherate mira a stuzzicare le nostre tentazioni meno salutari.

Da guardare di buon occhio, invece, sono tutte quelle pietanze leggere che faremmo bene a non valutare solo ed esclusivamente nei mesi più caldi dell’anno: a tal proposito consigliamo di aumentare la frequenza con la quale consumiamo insalate, magari anche condite con dell’olio extravergine di oliva e con dell’aceto balsamico di mele (ottimo acceleratore della digestione e valido agente contro la ritenzione idrica). Il sale, invece, non può esser ritenuto come un condimento alleato di un qualunque obiettivo dimagrante: se proprio desiderassimo insaporire i nostri piatti potremmo optare per le erbe aromatiche come aneto, origano, cannella e dragoncello.

Sì, ma per liberarci del grasso di troppo, oltre a saper scegliere i condimenti più giusti, non dovremmo anche selezionare i cibi veri e propri? La risposta è certamente sì: su questo fronte il consiglio è quello di prediligere frutta e verdura di stagione ad ogni altra cosa, di favorire la carne bianca a quella rossa (quest’ultima troppo ricca di tessuto adiposo) e di evitare anguille, salmone e sardine che vantano uno smisurato quantitativo di lipidi. Se siamo amanti del pesce potremmo tutt’al più spingerci su orate e spigole da cucinare tanto al forno quanto al caminetto.

Come dicevamo i dolci vanno eliminati o eventualmente, se proprio volessimo concederci degli istanti di pura trasgressione, quanto più possibile limitati: bevande zuccherate, dolci e cibi ipercalorici, alcolici ed elementi affini sono dei veri nemici del dimagrimento fisico. Cosa che invece non la si può dire relativamente alle tisane e al té verde che, al contrario, producono effetti benefici sia sul fronte depurativo sia su quello antiossidante. Infine, sempre per quel che riguarda una corretta alimentazione, il suggerimento è quello di fare dai 5 ai 7 pasti al giorno con quantità di cibo (e di calorie) limitate: si tratta di una tecnica decisamente più valida a quella che vuole invece un numero di pasti ridotto a fronte di una loro maggiore abbondanza.

Insomma, dimagrire si può anche e soprattutto nelle zone meno favorevoli: come al solito bisogna avere particolare premura a far sì che l’esercizio fisico mirato sia accostato ad una serie di accorgimenti alimentari. Il raggiungimento di un aspetto tonico, sano e gradevole da ammirare non è più un tabù soprattutto alla luce delle recenti tecniche, delle sensazionali scoperte o, nella meno faticosa delle ipotesi, in forza delle valide abilità raggiunte dalla chirurgia estetica. La volontà è però l’elemento più importante di tutti di cui dotarsi per far sì che quello che nasce come un obiettivo possa poi divenire una realtà quanto più concreta: non dimentichiamo infatti che non è sufficiente riuscire a perdere peso sulle cosce (così come su qualsiasi altra area corporea) se poi non lo si è in grado di mantenere; il raggiungimento di uno status fisico davvero ideale è una missione che dura sostanzialmente tutta la vita.

Share