Sei rimedi naturali contro le allergie primaverili

Sei rimedi naturali contro le allergie primaverili Rimedi

La primavera è ormai alle porte, portando con sé non solo i frutti della natura ma anche le allergie stagionali, causate da una sola cosa: il polline. Prurito, lacrimazione degli occhi, starnuti, naso chiuso e difficoltà a respirare spingono molte persone soggette a raffreddore da fieno e allergie varie a cercare rimedi medicali classici. Ma prima di utilizzarli, diamo un’occhiata a quelli naturali per alleviare i sintomi di allergia.

Butterbur

Riferendosi ad un numero di piante del genere Petasite nella famiglia delle margherite, le radici e il fogliame di Butterbur sono stati a lungo usati come rimedi erboristici per infiammazioni, mal di testa e per alleviare i sintomi delle allergie ai pollini dell’erba. Ma il Butterbur deve essere usato con cautela in quanto la pianta contiene anche alcaloidi pirrolizidinici altamente tossici che sono dannosi per il fegato e possono causare il cancro.

Quercetina

La quercetina è un antiossidante e bioflavonoide che si trova nelle cipolle, nel tè verde, nel vino rosso, nelle mele, nelle bacche e in molti altri alimenti; impedisce al sistema immunitario di rilasciare istamine in risposta agli allergeni. La quercetina possiede anche proprietà antinfiammatorie che possono aiutare ad alleviare la congestione nasale e la pressione del seno.

Bromelina

La bromelina è un enzima estratto dal succo d’ananas che riduce l’infiammazione causata dalle istamine nelle cavità nasali e sinusali, disagio comune sperimentato da chi soffre di allergie. La bromelina è più efficace se assunta in concomitanza con un’istamina.

Ortica

Nonostante l’ostilità del suo nome, l’Urtica dioica può portare benefici alla salute umana, compresa la riduzione dei sintomi da raffreddore da fieno. L’ortica dovrebbe essere presa al primo segno di allergie stagionali per ottenere il massimo beneficio. Questa erba deve essere sempre maneggiata con cura e ingerita solo in forma preparata poiché le foglie e i gambi inalterati, le parti della pianta che sono usate per trattare i sintomi di allergia, sono ricoperti da minuscoli peli che pungono quando vengono toccati.

Timothy Grass

Il Phleum pratense, comunemente noto come Timothy Grass è stato a lungo usato come rimedio contro le allergie ai pollini dell’erba. Questa particolare erba è anche efficace per bambini e adulti che soffrono d’asma. Se assunto a piccole dosi sotto la lingua, il Timothy si comporta come un vaccino, immunizzandosi gradualmente contro il raffreddore da fieno.

Miele locale

Sebbene non ci siano stati studi clinici sufficienti a dimostrare il motivo per cui funziona, la maggior parte dei pazienti che soffrono di allergie primaverili ha confutato l’efficacia del miele locale nel ridurre o prevenire i sintomi. Si può ipotizzare che il miele prodotto localmente funzioni in modo molto simile all’immunoterapia del polline delle graminacee.

Esponendo gradualmente il sistema immunitario a piccole quantità di polline raccolto dalla flora locale, alla fine lo stesso diventa insensibile ai suoi effetti. Inoltre, il miele contiene carboidrati complessi oltre a zuccheri semplici, ponendosi un gradino più in alto rispetto ad altri dolcificanti naturali.

Share