Rimedi casalinghi contro l’Epistassi? Ecco quali!

Rimedi casalinghi contro l'Epistassi? Ecco quali! Rimedi

L’epistassi può portare a piccole perdite di sangue dal naso fino a copiose emorragie. Per alcuni, il vedere sangue uscire dalle narici può essere inquietante, ma in realtà non c’è nulla di cui preoccuparsi: ci sono molti rimedi casalinghi efficaci per bloccare l’epistassi. Il naso interno è una delle parti più sensibili del corpo. Allineate con centinaia di vasi sanguigni che risiedono vicino alla superficie, le narici sono soggette ad un facile sanguinamento se brutalmente stimolate. Ciò può avvenire per:

  • Trauma, come una caduta o un infortunio
  • Aria secca
  • Alta quote
  • Starnuti
  • Strofinando il naso
  • Allergie
  • Infezione alle vie respiratorie superiori
  • Età

Rimedi casalinghi contro l’Epistassi

Aceto: prendere un panno o un batuffolo di cotone e bagnarlo con aceto bianco. Inserirlo nella narice che sanguina. L’aceto aiuta a sigillare la parete dei vasi sanguigni.

Pane di farina integrale: lo zinco è un nutriente noto per aiutare a mantenere sani i vasi sanguigni del corpo. Mangiare quindi pane o riso integrale, due alimenti ricchi di zinco, oppure popcorn.

Ghiaccio: il ghiaccio è ottimo per fermare l’epistassi, in quanto restringe i vasi sanguigni e riduce l’infiammazione. Mettere il ghiaccio tritato in una busta di plastica e coprire con un asciugamano; posizionare l’impacco sul setto nasale e mantenere premuto fino a quando il sanguinamento non si ferma.

Verdure a foglia verde scuro: ricche di vitamina K, sono essenziali per una corretta coagulazione del sangue.

Arance e succo d’arancia: mantengono i vasi sanguigni in ottima salute, in modo da evitare che si rompano facilmente. La vitamina C è necessaria per la formazione del collagene, che aiuta a creare un rivestimento umido nel naso. Mangiare arance o berne il succo aiuta a prevenire l’epistassi.

Acqua: l’aria secca invernale o l’aria di montagna può asciugare il naso in pochissimo tempo. Essere ben idratati aiuta. Quindi, è fondamentale bere 8 bicchieri d’acqua al giorno.

Sale: l’irrigazione nasale, comunemente utilizzata da chi soffre di allergie per liberare le vie nasali dal muco, polvere e altre sostanze, aiuta anche a lenire le membrane nasali irritate. Sono necessarie circa 11 tazze di acqua tiepida, una siringa auricolare, 1/4 di un cucchiaino di sale e mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio. Mescolare il sale e il bicarbonato nell’acqua; per somministrare, spruzzare la soluzione salina in una narice tenendo chiusa l’altra. Abbassare la testa sul lavandino ed espellere delicatamente l’acqua. Ripetere questo procedimento con l’altra narice.

Vapore: è sempre indicato respirare il vapore in ogni occasione, sia quello prodotto da una tazza di tè che quello che fuoriesce da una vasca da bagno piena di acqua calda. Un metodo molto usato è quello di far bollire mezzo litro di acqua e metterlo in un lavandino o bacinella di plastica resistente. Posizionare un asciugamano sopra la testa, inclinarsi in avanti e respirare delicatamente.

Share