Olio di semi di lino per capelli, ma non solo!

Olio di semi di lino per capelli, ma non solo! Benessere

Sentiamo molto parlare di olio di semi di lino, tanto che è ormai sufficiente recarsi in negozio o più semplicemente sfogliare una rivista per vederlo padroneggiare scaffali (o pagine) di primo piano. Le origini di questa pianta risalgono ad almeno 3000 anni fa, quando in Babilonia si era soliti coltivarla per poi impiegarla negli usi più variegati; successivamente la pianta di lino venne presa in considerazione anche da greci ed egizi fino a venire catapultata nella cosiddetta “era moderna”. Insomma, il linum usitatissimum è un’erba a cui dobbiamo riconoscere il merito di aver sopravvissuto allo scorrere degli anni, al mutare delle condizioni ambientali ed evidentemente anche al susseguirsi di civiltà molto diverse tra loro.

La pianta in questione fiorisce nelle stagioni più calde dell’anno (vale a dire da Aprile a Settembre) e quando lo fa è solita proporre semi di color brunastro. Questi stessi semi vengono quindi estratti, essiccati o tostati e successivamente spremuti così da ricavarne una forma di olio grezzo. Questa soluzione liquida che ad oggi conosciamo come olio di semi di lino, viene infine diretta agli usi più diversi: c’è chi la utilizza come condimento di pietanze, chi come integratore, chi la reinventa in chiave cosmetica e così via.

Olio di semi di lino: le proprietà

Effettivamente le proprietà vantate da questo olio sono molteplici ed anche piuttosto importanti. Partiamo col dire che già solo i grassi pilinsaturi, ovvero i tanti decantati Omega 3 e Omega 6, occupano il 66% dei valori nutrizionali; il 20% è invece composto da acidi grassi monoinsaturi ed il rimanente 14% riconduce a grassi saturi come l’acido palmitico e l’acido stearico. Appurato il lato puramente “tecnico” della questione, andiamo ad analizzare come tutto ciò si traduce in termini pratici: quali sono in sostanza i benefici apportati dall’assunzione di olio di semi di lino?

Il sistema cardiovascolare è sicuramente uno dei fronti sui quali quest’olio vanta proprietà di tutta eccellenza: ci basti sapere che assumendone una dose giornaliera che può andare dagli 1 ai 3 grammi circa, l’olio di semi di lino regolarizza in maniera ideale il battito cardiaco, ne migliora la frequenza e riduce il rischio di contrarre malattie cardiovascolari. La presenza di Omega 3 gioca un ruolo fondamentale in tutto ciò, poiché lavora sullo smaltimento del colesterolo e dei trigliceridi.

Passiamo poi al sistema nervoso, poiché la massiccia presenza di Vitamina E migliora inevitabilmente le prestazioni di questo apparato oltre che di quello cerebrale. E qualora avessimo problemi di digestione, ecco che la soluzione ricavata dalla pianta di lino può garantirci la liberazione di scorie dall’intestino, la prevenzione delle emorroidi, nonché la riduzione di colesterolo nel sangue.

L’Omega 3 di cui prima, inoltre, fa sì che l’olio di lino possa essere impiegato efficacemente anche sotto il profilo allergico e infiammatorio: l’elevata concentrazione di questo principio cura e lenisce infiammazioni di ogni genere, siano esse ascessi, artriti, allergie o asme. Ma probabilmente il ruolo più importante che l’olio di semi di lino trova in suo favore è quello di contrasto al cancro: i lignani contenuti al suo interno sono anticancerogeni per eccellenza tant’è che neutralizzano le tossine e rafforzano il sistema immunitario (a riprova di questo dato v’è un interessante studio effettuato in America sui topi, il quale ha dimostrato come i lignani siano in grado di ridurre di almeno il 30% una massa tumorale di qualsivoglia genere, scatenando peraltro positivi effetti sulla prostata).

Olio di semi di lino per capelli: funziona davvero?

Tuttavia l’aspetto sicuramente più noto è quello che vede l’applicazione dell’olio di semi di lino sul fronte estetico e, più in particolare, su capelli che necessitano di una bella rinfrescata. Ma funziona davvero e se sì, quali benefici possiamo aspettarci dal suo impiego?

L’olio ricavato dalla pianta di lino è praticamente adatto per qualsiasi genere di problema ai capelli: che abbiamo bisogno di un efficace rimedio anti-forfora, che siamo alla ricerca di un prodotto capace di volumizzare i capelli o che necessitiamo di protezione, lucentezza e di un effetto ristrutturante, questo prodotto saprà venirci incontro nella maniera più idonea e naturale possibile.

Olio ai semi di lino sui capelli: guida all’utilizzo

Proprio in virtù delle mille proprietà e dell’ampiezza del suo raggio d’azione, l’olio di semi di lino è rinvenibile in qualsiasi realtà commerciale: dal negozietto sotto casa all’erboristeria fino al grande ipermercato è praticamente impossibile non trovare prodotti basati su questo ingrediente tanto importante. Tuttavia se l’obiettivo è quello di applicarne la soluzione sui propri capelli, sarebbe preferibile optare per olio di semi di lino puro anziché prediligere soluzioni facilmente reperibili ed economicamente convenienti ma che poi, in termini di azione pratica, lasciano il tempo che trovano. Non dimentichiamo infatti che la gran parte di prodotti a bordo dei quali leggiamo la presenza di quest’olio, volente o nolente sono il risultato di un trattamento non poi così naturale e di una produzione spesso di natura industriale.

Quindi se ci trovassimo dinanzi ad uno shampoo all’olio di semi di lino e ad un prodotto che invece si presenta come effettivamente puro, sarebbe certamente meglio prediligere la seconda scelta. In questo modo potremmo applicarlo subito dopo il lavaggio dei capelli lungo tutto il cuoio capelluto (attenzione però a non andare troppo alla radice) e lasciarlo agire per un po’ di tempo protetto da un asciugamano umido. In alternativa è possibile dar vita ad un impacco con all’interno olio di semi di lino, acqua e gocce di una fragranza qualsiasi: il composto andrebbe conservato almeno mezza giornata prima di essere applicato sui capelli.

Ad ogni modo, presso i punti di erboristeria è possibile rinvenire prodotti all’olio di semi di lino assolutamente naturali ed efficaci tanto quanto la soluzione pura. Si tratta di articoli lavorati in via del tutto genuina, libera dalla presenza di conservanti, coloranti e derivati petrolchimici e che proprio alla luce di questa loro origine garantiscono effetti davvero soddisfacenti. Il loro metodo d’impiego consiste spesso nell’applicazione della sostanza lungo i capelli proprio come abbiamo visto nell’ipotesi precedente, anche se sarebbe il caso di dare un’occhiata a quanto consigliatoci dal prodotto stesso sotto i cosiddetti “consigli d’uso”.

Share