La dieta oloproteica e le opinioni del web

La dieta oloproteica e le opinioni del web Dieta

Che cos’è la dieta oloproteica?

Già in un precedente articolo, ci trovammo ad aiutare quanti volessero conoscere ed avviare una dieta oloproteica, descrivendo un menù tipo e fornendo le informazioni più peculiari.

Oggi, noi di Salute33, riprendiamo l’argomento, lo approfondiamo e lo arricchiamo di quelle che sono le opinioni del web su una dieta nuova, piuttosto seguita ma senza dubbio contrastata su più di qualche fronte.

“Basata su tre fasi ben distinte – questo, riassumendo, vi spiegavamo nel nostro precedente post – la dieta oloproteica contrasta l’adipe localizzato, riduce la massa grassa preservando quella magra, rimodella il corpo e consente di mantenere a lungo i risultati raggiunti, impedendo la veloce ripresa del peso perso”. Elemento fondamentale del presente regime, infatti, è la formazione dei corpi chetonici che, anche in assenza di carboidrati, danno energia all’organismo e, proprio perché non è possibile attingere ai carboidrati, permettono al corpo di bruciare direttamente i grassi. Ovviamente, la dieta oloproteica non va protratta per oltre tre settimane e deve essere seguita in modo molto scrupoloso da un nutrizionista esperto.

La dieta oloproteica e le opinioni del web Dieta

Le fasi della dieta oloproteica e il menù giornaliero

Scendendo nei dettagli, la prima fase della dieta oloproteica mira alla perdita dei chili in eccesso e consiglia di ridurre il livello di carboidrati ingeriti. “La cosiddetta “chetogenesi” viene scrupolosamente controllata e, in questo modo, la massa muscolare non risente del dimagrimento di quella grassa”.
La seconda fase della dieta prevede l’adozione di un dissociato integrato, il che vuol dire che carboidrati e proteine vanno ingeriti all’interno di pasti differenti.
Infine, la terza fase predilige la dieta mediterranea e consiglia l’assunzione di qualche integratore.

Per quanto riguarda invece il menù della dieta oloproteica, esso va costruito facendo in modo che le proteine assunte siano pari a circa 1,5 grammi per kg di peso ideale (un po’ di meno per le donne, ma l’analisi bioimpedenziometrica effettuata dal nutrizionista saprà certamente fornire le quantità esatte da ingerire). I carboidrati, invece, devono essere presenti nella quantità di 30-40 grammi, mentre grassi e zuccheri vanno opportunamente ridotti.
Si consiglia di bere molta acqua.

La dieta oloproteica e le opinioni del web Dieta

Le opinioni del web in merito alla dieta oloproteica

Ovviamente, la dieta oloproteica è vista da molti come un regime alimentare piuttosto sbilanciato. Per questo, non deve essere protratta per più di tre settimane.

Coloro che sono a favore, comunque, sostengono come essa possa preservare la massa magra, mantenere intatto il tono muscolare e agire sulle adiposità localizzate. Qualcuno, poi, vanta una certa riduzione della cellulite e una perdita di peso davvero efficace, difficile da riacquistare col passare del tempo.

La dieta oloproteica e le opinioni del web Dieta

Share