Glicemia glicata, che cos’è?

Glicemia glicata, che cos'è? Medicina

 

La glicemia glicata è un valore che bisogna necessariamente tenere sotto controllo perché può aiutare notevolmente a comprendere l’evoluzione del diabete, se quindi tale patologia può ritrovarsi ad essere più complicata del previsto. Si sa come sia assolutamente importante poter controllare costantemente l’andamento della glicemia in un paziente diabetico ed attraverso questa glicemia glicata si ha un valore medio che rispecchia sostanzialmente gli ultimi tre mesi, potendo in questo modo avere un quadro ben chiaro che evidenzia un lasso di tempo anche abbastanza lungo.

 

Che cos’è la glicazione?

Si parla di glicazione come di un processo non enzimatico, ma strettamente biologico, nel quale gli zuccheri si possono legare in modo covalente con le proteine. E’ opportuno tener ben in considerazione la glicemia glicata perché può effettivamente aiutare i diabetici a comprendere lo stato della loro patologia. Chiaramente è fondamentale seguire dei valori ben precisi che indicano i vari stadi della glicemia glicata, quando insomma si può parlare effettivamente di diabete e quando c’è il rischio che possono essere in atto delle complicanze relative a tale malattia.

 

Valori della glicemia glicata

Quando insomma la glicemia glicata dà vita ad un valore tra il 4% ed il 6%, ciò significa che il controllo glicemico nel diabetico è praticamente ottimo. La situazione tende invece ad essere più preoccupante quando si iniziano a superare i valori di glicemia glicata oltre il 6%, in questi casi infatti è evidente come possano verificarsi delle complicazioni riguardanti il diabete e per questo è opportuno agire tempestivamente per far rientrare nella norma i valori di glicemia glicata. E’ importante quindi tener ben presenti le varie percentuali.

Share