Rischi della dieta Dukan

dieta-dukan

 

Sempre più persone per poter perdere peso si sono affidati alla dieta Dukan, un particolare regime alimentare basato principalmente sul consumo massiccio di proteine. E’ stato però scoperto come i rischi della dieta Dukan non siano assolutamente da sottovalutare. In modo particolare la dieta Dukan induce ad una particolare patologia definita chetosi. Il problema principale è che molte persone si sono affidate a questa particolare alimentazione fornita dal nutrizionista francese Pierre Dukan, ma non sono però stati evidenziati con correttezza i rischi della dieta Dukan.

Come funziona la dieta Dukan

Questo tipo particoalre di alimentazione è fondato su quattro fasi principali: nella prima, definita attacco, impone il consumo di proteine pure; la seconda, crociera, fa affidamento a proteine pure accompagnate da proteine derivate dal mondo della verdura; nella terza fase, detta consolidamento, si cerca di trovare un equilibrio alimentare; infine la stabilizzazione prevede il poter mangiare ciò che si vuole, ma dedicare un giorno a settimana esclusivamente alle proteine. I rischi della dieta Dukan sono legati proprio al consumo fin troppo eccessivo di proteine, in assenza di zuccheri e grassi provenienti dai carboidrati, l’organismo umano troverà energia nelle varie scorte di grasso, ecco perché si dimagrisce. Il problema però è legato alla formazione della chetosi che causa un alterato metabolismo del glucosio.

I rischi della dieta Dukan

Quali sono allora i rischi della dieta Dukan? Innanzitutto il metabolismo della cellula si blocca, ma ancor più grave è l’affaticamento a cui fegato e reni sono costantemente sottoposti. Le proteine in eccesso vengono sintetizzate attraverso tali organi, un consumo massiccio ne provoca inevitabilmente un affaticamento e si può seriamente mettere a rischio la propria salute. Si è parlato sin da subito dei rischi della dieta Dukan, ma vi sono molte persone che continuano a seguirla, l’organismo umano necessita di tutte le sostanze nutritive, altrimenti la salute sarà sempre compromessa.

Share