Piedi gonfi dopo il parto cesareo, cosa fare

Piedi gonfi dopo il parto cesareo, cosa fare Benessere

 

I piedi gonfi dopo il parto cesareo sono molto frequenti, ma molto spesso creano un fastidio più che evidente alle neo mamme, costrette a trovare qualche escamotage per evitare che tale fenomeno sia d’intralcio per le varie attività quotidiane. Innanzitutto se compaiono i piedi gonfi dopo il parto cesareo non bisogna immediatamente allarmarsi, è una condizione normale, ma che ovviamente deve essere tenuta sotto controllo e quindi monitorata costantemente da un medico del settore.

 

Perché si formano i piedi gonfi dopo il parto cesareo?

Perché si formano solitamente i piedi gonfi dopo il parto cesareo? In genere tutto è riconducibile agli ormoni che rendono le pareti dei vasi sanguigni meno elastiche, inoltre in gravidanza c’è l’inevitabile accumulo di liquidi con la formazione della ritenzione idrica che non può essere smaltita in maniera rapida ed immediata. Sicuramente è la cattiva circolazione a generare i piedi gonfi dopo il parto cesareo, ma non bisogna allarmarsi più di tanto con le dovute cure e precauzioni si può risolvere questo fastidio molto evidente che il più delle volte può generare dei formicolii. E’ chiaro poi come in estate il disturbo dei piedi gonfi dopo il parto cesareo sia ancora più evidente, causa soprattutto del caldo che favorisce la vasodilatazione.

 

Come alleviare il fastidio dei piedi gonfi dopo il parto cesareo

Esistono ovviamente degli accorgimenti da mettere in pratica per tentare di eliminare i piedi gonfi dopo il parto cesareo. Innanzitutto è opportuno diminuire considerevolmente l’apporto di sale nella dieta di tutti i giorni, in modo da evitare la ritenzione idrica. Meglio invece puntare su alimenti ricchi di acqua e di vitamine come frutta e verdura e non possono mancare fibre e potassio che contribuiscono notevolmente a drenare il liquido che tende a formarsi tra le cellule. Infine per alleviare il fastidio dei piedi gonfi dopo il parto cesareo è opportuno camminare o praticare yoga e pilates.

Share