Ma il telefonino fa male alla salute?

Ma il telefonino fa male alla salute? Benessere

E’ vero o no, dunque, che il telefonino fa male alla salute?

Spesso al centro di numerosi dibattiti si trova (e forse si troverà sempre) la questione che fa da titolo al nostro post di oggi: ma il telefonino fa male alla salute? Son tutte bufale (spinte magari dall’abitude della nostra società a far di ogni cosa un melodramma?) o, al contrario, c’è del vero nel dire che l’uso del cellulare può provocare disturbi e patologie? Ed eventualmente, è solo l’abuso (come per la stragrande maggioranza delle cose) a rendere tale strumento pericoloso o, in generale, la sua fruizione quotidiana? Non lo sappiamo, ma nel corso di questo articolo, anche riprendendo qualche fatto di cronaca e qualche approfondimento trattato in precedenza, proveremo a capire come comportarci intelligentemente nei confronti di questo diffusissimo dispositivo. Difatti, non potendo dare una risposta esatta alla questione di cui sopra, cercheremo di darvi qualche consiglio in merito.

Detto ciò, continuate a leggere quanto segue e vedremo, sempre nel caso in cui il telefonino fa male alla salute, come comportarci per prevenire il problema.

Dal caso Marcolini alle paure più comuni: il telefonino fa male alla salute?

Il telefonino fa male alla salute? Ce lo chiediamo, probabilmente, ogni volta che avviciniamo il dito allo smartphone e, almeno un centinaio di volte al giorno, ci accingiamo ad utilizzarlo (ovviamente, non solo per chiamare e messaggiare).

Del resto, è innegabile come, nella società attuale, il cellulare abbia assunto un ruolo particolarmente importante, forse predominante tra i passatempi e le passioni delle persone. Oltre che per divagarsi, poi, la tecnologia è diventata indispensabile anche per chi lavora e, pertanto, si contano sulle dita di una mano coloro che non hanno uno smartphone e non ne fanno un uso (tra social network, applicazioni e altre funzioni) praticamente assiduo.

E allora: il telefonino fa male alla salute? Ricorderete certamente tutti il caso di Innocente Marcolini, il manager che, dopo aver saputo di essere malato di tumore al cervello, ha imputato all’intenso uso del cellulare per lavoro la causa della sua patologia. Ricorderete anche come la Corte di Cassazione gli abbia dato ragione e, a tal proposito, scrivemmo in un precedente articolo (cliccate qui per esservi direttamente rimandati): “Per circa 12 anni, Innocente Marcolini è stato costretto dal suo lavoro di direttore finanziario di una multinazionale bresciana a trascorrere circa 6 ore al giorno con cellulare e cordless attaccati al padiglione dell’orecchio. Quando nel 2002 gli viene diagnosticato un tumore benigno al trigemino sinistro, l’uomo ha considerato immediatamente l’esistenza di un terribile e pericolosissimo legame tra cellulare e tumore al cervello. Il formicolio al mento che lo ha portato a sottoporsi a una risonanza magnetica e a scoprire infine di soffrire del neurinoma del ganglio di Gasser lo hanno scosso a tal punto da iniziare una battaglia per avvertire l’Italia intera di come siano legati tra loro uso del cellulare e tumore al cervello”.

Sempre nello stesso articolo, vi consigliammo come comportarvi per un uso corretto e moderato del cellulare. Vi invitiamo dunque alla lettura di tali consigli. Perché se è vero che il telefonino fa male alla salute, possiamo quanto meno provare a difenderci.

Share