Extension alle ciglia: i segreti della tecnica “one to one”

Extension alle ciglia: i segreti della tecnica "one to one" Benessere

Ciglia folte, lunghe e curve come quelle di una cerbiatta? E’ evidente che questo è il sogno un po’ di ogni donna! In Italia è arrivato da poco un trattamento che farà sicuramente contente molte donne, un trattamento che permette appunto di trasformare le proprie ciglia in ciglia folte e belle da ammirare!

La tecnica di applicazione delle ciglia probabilmente più nota e utilizzata è la “one to one“. Si tratta di una tecnica che prevede l’applicazione di un ciglio artificiale per ciascun ciglio naturale dell’occhio, e il risultato che ne vien fuori è appunto un grandioso effetto allungamento. Per fare sfoggio di ciglia più folte si applica quindi un ventaglio di ciglia finte su ciascun ciglio naturale, in maniera tale da ottenere un risultato praticamente doppio: ovvero quello di ciglia più folte e più lunghe!

Questo trattamento innovativo, poco invasivo ed anche estremamente efficace ha una durata variabile tra le 3 e le 5 settimane. Le extension incollate, tra l’altro, seguono il naturale ciclo di caduta e di ricrescita delle ciglia vere, per cui, considerando che in media una persona perde 2 o 3 ciglia naturali al giorno, viene automatico pensare che dopo qualche settimana sia necessario ripetere un nuovo trattamento.

I punti di forza di questa procedura sono molteplici, ma uno dei principali sta nel fatto che con questa tecnica, le extension alle ciglia possono essere applicati senza particolari rischi né per gli occhi e tanto meno per le ciglia stesse. Naturalmente per scongiurare degli pseudo effetti collaterali e per avere la certezza di sottoporsi a un trattamento ben fatto, è importante che ci si affidi solo a personale esperto: evitate quindi di risparmiare qualche soldo gettandovi nelle mani di gente non esperta o di estetisti che magari, per quanto professionisti, tendono a fare uso di materiali di scarsa qualità. In fondo con la bellezza non si scorsa, e con gli occhi men che meno!

Share