In cosa consiste la cheratosi pilare?

In cosa consiste la cheratosi pilare? Malattie

La cheratosi pilare: informazioni e caratteristiche di questo problema della cute

Il nome è certamente un po’ complicato e, se non ne avete mai sofferto, non vi dirà probabilmente nulla.

Al contrario, se da tale disturbo siete stati coinvolti (diversamente, non avreste forse aperto il nostro articolo), necessiterete ora di maggiori dettagli e così, al solo scopo informativo (quanto segue non può e non deve essere assolutamente utilizzato quale fonte di diagnosi né tanto meno di terapia: per qualunque cosa rivolgetevi allo specialista), abbiamo pensato di fornirvi le nozioni che seguono.

Nei prossimi paragrafi, dunque, spiegheremo cosa sia la cheratosi pilare, ne elencheremo i sintomi principali e proveremo a capire come sia possibile fronteggiarla.

Detto ciò, per avere maggiori informazioni in proposito, proseguite nella lettura del nostro post di oggi: acquisirete probabilmente delle info interessanti.

Che cos’è, dunque, la cheratosi pilare?

Accennando alla cheratosi pilare, si intende far riferimento a un problema della cute caratterizzato per la precisione dalla comparsa sulla pelle di chiazzettine in rilievo (ad essere interessati, normalmente, sono gli arti). La pelle, poi, appare meno morbida e poco elastica.

Ma quali sono le cause della cheratosi pilare? Perché tale disturbo si presenta e cosa si può fare per affrontarlo al meglio?

A queste e altre domande proveremo a rispondere nel nostro prossimo e ultimo paragrafo. Continuate a leggere quanto segue.

Le cause della cheratosi pilare e i possibili approcci al problema

Ricordandovi ancora che l’unica figura cui chiedere consiglio è rappresentata dal medico e che quanto segue è riportato al solo scopo informativo, possiamo menzionare tra le cause della cheratosi pilare un esubero di cheratina nell’organismo.

Per quanto concerne la terapia, invece, c’è da dire come purtroppo la cheratosi pilare non si possa curare ma è possibile ricorrere ad alcuni prodotti, che comunque non guariranno il disturbo, quali ad esempio farmaci, creme, saponi eccetera. Nonostante ciò, non scoraggiatevi: è piuttosto frequente infatti che il disturbo scompaia da solo.

Ad ogni modo, per approfondire quanto riguardi le possibili terapie disponibili, contattate un dermatologo, sottoponete il problema alla sua attenzione e affidatevi ai suoi consigli. Dopo aver diagnosticato e confermato la presenza di cheratosi pilare, infatti, egli saprà spiegarvi ogni cosa circa quanto ha colpito la vostra cute e potrà elencarvi con precisione i possibili approcci cui far riferimento.

Anche in questo caso, del resto, come in generale quando si parla di salute, le iniziative personali potrebbero rivelarsi controproducenti.

 

 

Share