Consigli e suggerimenti per curare la Candida

Consigli e suggerimenti per curare la Candida Medicina

Sarà capitato a tutte, almeno una volta nella vita, di provare bruciore alle parti intime, sottoporsi a un pap test e scoprire di soffrire di Candida.
Niente paura! Stiamo parlando di un problema talmente diffuso da essere ormai tranquillamente curabile (continua a leggere per scoprire come curare la Candida) e assolutamente innocuo.
La Candida, infatti, è un microrganismo appartenente alla specie dei miceti, che vive indisturbato nel nostro corpo. Pruriti e bruciori si verificano quando tale organismo passa dalla forma latente a quella clinica.

Come curare la Candida partendo dalle cause che la scatenano

Per evolvere, la Candida ha bisogno di particolari condizioni, quali la presenza di zucchero (ecco perché ne soffrono parecchio i diabetici), un sistema immunitario particolarmente basso e l’uso prolungato di antibiotici che abbiano debellato il bacillo di Doderlein (nemico ostinato della Candida). Se anche solo una di queste condizioni si è verificata, la persona affetta avverte un prurito e un bruciore molto forte e particolarmente fastidioso, con perdite bianche e pastose. In casi un po’ più isolati, possono comparire anche chiazze rosse all’esterno della vagina.
Scopriamo allora come curare la Candida.

Rimedi per curare la Candida

Per curare la Candida, il medico di famiglia e il ginecologo dispongono di una vasta tipologia di farmaci, che generalmente vengono associati tra loro (ad esempio, ovuli e pomate da inserire con cannule). Alcune medicine possono essere assunte per via orale ed è bene che anche il partner si sottoponga alla cura. Essendo infatti la Candida un’infezione trasmissibile, potrebbe essere passata nuovamente con un solo rapporto sessuale.
Per curare la Candida, e ovviamente prevenirla, è importante poi adottare uno stile di vita sano e corretto. E’ bene infatti limitare i dolci, consumare frutta e verdura  e assumere fermenti lattici (o preparazioni che contengano i bacilli di cui parlavamo all’inizio di questo articolo). E’ fondamentale inoltre prestare molta attenzione alla biancheria intima (di cotone è meglio) e non indossare per troppo tempo pantaloni molto aderenti.

Share