Consigli per dimagrire subito dopo il parto

Consigli per dimagrire subito dopo il parto Dieta

I ginecologi parlano chiaro: il mito per cui durante la gravidanza sia necessario mangiare per due (o anche tre nel caso di parto gemellare) è da sfatare definitivamente (continuate a leggere per sapere come dimagrire subito dopo il parto).
Aggiungere 300 calorie alla propria dieta, al contrario, è assolutamente sufficiente per condurre una gravidanza serena ed equilibrata. Al di là dell’aspetto estetico, infatti (i chili accumulati durante la gravidanza sono difficili da smaltire in seguito), subentra un fattore strettamente legato alla salute: il peso preso in gravidanza, se eccessivo, può compromettere la salute del bambino, creare problemi durante il parto e comportare malattie per la mamma quali il diabete e la gestosi.

Consigli per dimagrire subito dopo il parto Dieta

Quanti chili prendere e come dimagrire subito dopo il parto

Più o meno nove, dunque, sono i chili che la mamma dovrebbe prendere durante la gravidanza: uno per ogni mese di gestazione.
In questo modo, infatti, dimagrire subito dopo il parto sarà un gioco da ragazzi e, probabilmente, non ci sarà neanche il bisogno di ritoccare la propria dieta, in quanto tra il peso del bambino, quello della placenta e quello dei liquidi ritenuti si potrà arrivare a pesare lo stesso peso di quando ha avuto inizio la gravidanza.
Di contro, dimagrire subito dopo il parto quando si è accumulato troppo peso corporeo può rivelarsi estremamente difficile anche in vista dell’allattamento, dello stress e delle energie necessarie ad accudire un bimbo molto piccolo.

Consigli per dimagrire subito dopo il parto Dieta

I nostri consigli per dimagrire subito dopo il parto

Fatta la dovuta premessa, procediamo ora a fornire qualche utile consiglio a tutte quelle donne che sono cascate nella tentazione di accumulare un po’ troppo peso durante la gravidanza.
Se nei nove mesi dell’attesa non sono subentrate complicazioni di tipo patologico, dunque, per riuscire a dimagrire subito dopo il parto potreste cominciare a ridurre i piatti troppo calorici e a prediligere le cotture più salutari. Se state allattando, infatti, sia voi che il vostro bambino avrete bisogno di cibi assolutamente sani e, per quanto riguarda i tagli alla dieta, non potrete andare a provarvi di carboidrati e proteine. Le distrazioni ipercaloriche, invece, non apporteranno alcun beneficio e, di certo, non vi aiuteranno a tornare in forma.

Consigli per dimagrire subito dopo il parto Dieta

 

Consigli per dimagrire subito dopo il parto

Per dimagrire subito dopo il parto, quindi, concedetevi piatti sani. Un esempio di pranzo, per cominciare, potrebbe essere costituito da 80 grammi di pasta preparata con sugo semplice, una mozzarella e due porzioni di verdura cotta o cruda. Evitate assolutamente i digiuni, ma suddividete la giornata in cinque pasti giornalieri (una buona colazione, un pranzo soddisfacente, una cena leggera e due spuntini che vi aiutino a non arrivare ai pasti principali affamate come iene). Consumate molte porzioni di frutta e verdura: vi aiuteranno a sentirvi sazie e non apporteranno calorie di troppo alla vostra dieta. Ovviamente, non esagerate con i condimenti. Tre o quattro cucchiaini di olio extra vergine di oliva ad ogni pasto saranno certamente sufficienti (in merito alle dosi, chiedete consiglio al vostro medico nel caso in cui stiate ancora allattando).

Consigli per dimagrire subito dopo il parto Dieta

Tutti i consigli per dimagrire subito dopo il parto

Poiché l’alimentazione è un tasto molto delicato durante l’allattamento, per dimagrire subito dopo il parto dedicate la giusta dose di tempo allo sport e all’attività fisica. Certo, i primi tempi organizzarsi sarà difficile (di notte il bimbo dormirà poco e voi sarete sempre molto stanche), ma cominciare quanto prima è assolutamente fondamentale per riacquistare tonicità e perdere definitivamente i chili di troppo.
Infine, per dimagrire subito dopo il parto, bevete moltissima acqua (utile a sgonfiare il corpo dai liquidi in eccesso) e evitate bibite gassate e succhi troppo zuccherati.

Share