Valori INR e INR alto

Valori INR e INR alto Esami

Cos’è l’INR e cosa significa un INR alto

Nel corso di questo articolo, proveremo a spiegare in cosa consista l’INR e, soprattutto, cosa significhi un INR alto (a tal proposito, diremo anche entro quali valori, definibili normali, dovrebbe rientrare il risultato di tale esame).

Ovviamente (non perdiamo occasione per ricordarvelo), questo blog non è gestito da medici né da esperti del settore medico. Di conseguenza, quanto segue non va utilizzato quale fonte di diagnosi né tanto meno di terapia. Per qualunque dubbio, chiarimento o indicazione, contattate il dottore, o lo specialista di riferimento, spiegate la vostra situazione e affidatevi alla sua competenza.

Detto ciò, chiarito come quanto segua sia riportato al solo scopo informativo, passate ai prossimi paragrafi per conoscere meglio l’INR e, soprattutto, per riuscire a comprendere perché talvolta ci si ritrovi in presenza di INR alto.

L’INR alto: che cos’è e quali sono i valori di riferimento

Prima di tutto, provando a spiegare cosa sia l’INR (ma lo faremo in maniera piuttosto sommaria), possiamo dire come esso serva per apprendere quale sia la consistenza del sangue in un soggetto.

Ciò, in caso di determinate terapie con anticoagulanti.

A tal proposito, i valori di riferimento quando si parla di INR (e, da qui, potrete evincere se siate in presenza di INR alto o basso) oscillano, in condizioni standard, tra 0,8 e 1,2, ma si può fissare una soglia più alta di 1,2 in determinate e ben precise situazioni (rivolgetevi allo specialista per maggiori informazioni in proposito. Egli, infatti, vi farà conoscere i vostri valori di riferimento in base alla situazione specifica a voi relativa).

Che succede se si è in presenza di INR alto?

Chiarito cosa sia l’INR, cerchiamo di capire perché si potrebbe riscontrare la presenza di INR alto.

Sempre fornendo una spiegazione piuttosto sommaria, l’INR può rivelarsi alto quando il sangue coagula più a rilento del necessario.

Ovviamente, quanto riportato in questo articolo, divulgato al solo scopo informativo, non può bastare al paziente in cerca di diagnosi o chiarimenti. Al contrario, lo ripetiamo ancora una volta ma quando si tratta di salute non ci si ripete mai abbastanza, il medico è l’unica figura cui fare riferimento in proposito. In generale, e in questo caso nell’eventualità di INR alto, evitate ogni iniziativa di tipo personale e affidatevi in via esclusiva ai consigli dell’esperto che vi sta seguendo, il quale saprà anche ricercare le possibili cause del problema e delucidarvi in proposito.

(l’immagine allegata ha il solo scopo di illustrare l’articolo)

Share