Tatuaggi: conoscere i rischi e prendere le dovute precauzioni

Tatuaggi: conoscere i rischi e prendere le dovute precauzioni Benessere

Un tatuaggio è un disegno permanente fatto sulla pelle con pigmenti inseriti attraverso punture nello strato superiore dell’epidermide. In genere, il tatuatore utilizza una macchina a mano che agisce in modo molto simile ad una da cucire, con uno o più aghi che forano ripetutamente la pelle. Ad ogni puntura, gli aghi inseriscono minuscole gocce d’inchiostro.

Il processo, che viene fatto senza anestetici, causa una piccola quantità di sanguinamento e un leggero dolore.

Conoscere i rischi

I tatuaggi violano la pelle, il che significa che possono verificarsi infezioni e altre complicazioni, tra cui:

Reazioni allergiche: le tinture per tatuaggi, in particolare quelle rosse, verdi, gialle e blu, possono causare reazioni allergiche alla pelle, come un’eruzione pruriginosa nella zona del tatuaggio. Questo può accadere anche anni dopo averlo fatto.

Infezioni della pelle: è possibile dopo il tatuaggio.

Altri problemi alla pelle: a volte può formarsi un’area di infiammazione, chiamata granuloma, attorno all’inchiostro del tatuaggio. Anche il tatuaggio può causare cheloidi, ossia aree sollevate causate da una crescita eccessiva di tessuto cicatriziale.

Malattie trasmesse per via ematica: se l’attrezzatura utilizzata per creare il tatuaggio è contaminata da sangue infetto, si possono contrarre varie malattie a trasmissione ematica, tra cui lo Staphylococcus aureus meticillino, l’epatite B, l’epatite C e, in casi estremi, anche il virus HIV.

Complicanze dopo una risonanza magnetica: anche se raramente, i tatuaggi possono causare gonfiore o bruciore nelle aree interessate durante gli esami di risonanza magnetica. In alcuni casi, i pigmenti del tatuaggio possono interferire con la qualità dell’immagine.

Farmaci e altri trattamenti potrebbero essere necessari se si verifica una reazione allergica all’inchiostro del tatuaggio o si sviluppa un’infezione.

Prendere le necessarie precauzioni

Per assicurarsi che il tuo tatuaggio venga fatto in sicurezza, bisogna porsi queste domande:

Da chi si va per il tatuaggio? Rivolgersi sempre ad uno negozio di tatuaggi stimato e che impiega solo dipendenti adeguatamente formati.

Il tatuatore indossa i guanti? Assicurarsi che il tatuatore si lavi le mani e indossi un nuovo paio di guanti protettivi per ogni procedura.

Il tatuatore usa le attrezzature adeguate? Assicurarsi che il tatuatore rimuova l’ago e le provette da confezioni sigillate prima dell’inizio della procedura. Eventuali pigmenti, vassoi o contenitori non devono essere utilizzati.

Il tatuatore sterilizza le attrezzature non espositive? Assicurarsi che il tatuatore utilizzi una macchina di sterilizzazione a calore (in autoclave) per sterilizzare tutte le apparecchiature non espositive.

Prendersi cura del tatuaggio

  • Mantenere pulita la pelle tatuata, utilizzando sapone e acqua in modo delicato. Durante la doccia, evitare i flussi diretti di acqua sulla pelle appena tatuata.
  • Utilizzare un idratante da applicare sulla pelle tatuata più volte al giorno.
  • Evitare l’esposizione al sole per alcune settimane.
  • Evitare di nuotare e stare lontano dalle vasche idromassaggio mentre il tatuaggio sta guarendo.
  • Scegliere i vestiti con attenzione, evitando di indossare capi che possano aderire al tatuaggio.
  • Aspettare fino a 2 settimane per la completa guarigione, evitando di togliere eventuali croste, cosa che aumenterebbe il rischio di infezione o causare cicatrici.
Share