Sintomi, cause e cura per l’occhio secco

Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie

Che cos’è l’occhio secco e perché si manifesta

Quando si parla di occhio secco, ci si riferisce a quella malattia dell’occhio per cui il liquido lacrimale, la patina che generalmente lubrifica e protegge l’occhio, rivestendone determinate superfici, diminuisce o si modifica. Da ciò, derivano purtroppo secchezza oculare e talvolta ferite, per lo più causate dal movimento delle palpebre.

A determinare la presenza di occhio secco possono essere vari fattori. Tra questi, troviamo l’invecchiamento, la fruizione di determinati farmaci, l’uso di lenti a contatto, la scarsità del liquido lacrimale, eventuali problemi alla cornea, l’artrite reumatoide, la sindrome di Sjogren, il diabete, le ustioni, l’esposizione a fenomeni atmosferici avversi (quali ad esempio il vento) e altro ancora.

Una volta diagnosticata la presenza di occhio secco, il medico oculista vi aiuterà a trovare la causa che ha scatenato il problema e vi indicherà (a tal proposito) eventuali ed ulteriori esami diagnostici. Dopodiché, procederà senza dubbio a indicarvi la cura più indicata.

Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie

I sintomi dell’occhio secco: come diagnosticare il problema prima di eventuali conseguenze

Tra i sintomi dell’occhio secco, troviamo in genere:

– bruciore
– dolore
– pizzicore
– rossore
– percezione di un corpo estraneo all’interno dell’occhio
– annebbiamento
– anomala sensibilità alla luce
– lacrimazione eccessiva

Ovviamente, cure e rimedi per l’occhio secco sono assolutamente possibili e, a tal proposito, è bene ricorrervi prima che lo sfregamento delle palpebre provochi lesioni e ferite.

Continuate a leggere e ne saprete di più.

Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie

Come curare l’occhio secco

Premettendo come questo blog non sia gestito da medici né da specialisti oculisti, e come esso non si sostituisca al parere del medico, ma si limiti a riportare nozioni al puro scopo informativo, vi sconsigliamo di procedere per iniziativa personale e vi esortiamo a contattare quanto prima il vostro medico di fiducia.

Detto ciò, è possibile curare l’occhio secco con lacrime artificiali, colliri, detergenti, impacchi e farmaci specifici. Oltre a ciò, il medico aiuterà il paziente ad utilizzare correttamente le lenti a contatto (qualora egli ne fruisca) e lo correggerà in quelle che sono le cattive abitudini che hanno causato il problema. Talvolta, l’oculista potrebbe dover intervenire in ambito ambulatoriale e provvedere a chiudere i puntini lacrimali.

Ovviamente, qualora l’occhio secco sia causato dalla presenza di una determinata patologia, si dovrà procedere a curare anche quest’ultima.

Ad ogni modo, poiché ogni caso è a se e poiché le cause scatenanti il disturbo sono varie e disparate, è bene rivolgersi quanto prima all’oculista il quale, valutati i sintomi ed eseguiti gli esami indispensabili, saprà certamente individuare la più giusta e corretta terapia al problema dell’occhio secco.

(le foto allegate non hanno lo scopo di illustrare la sindrome dell’occhio secco, ma si limitano semplicemente ad arricchire l’articolo)

Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie   Sintomi, cause e cura per l'occhio secco Malattie

 

Share