Riso nero: le proprietà

Riso nero: le proprietà Dieta

Quello che mettiamo nel piatto ogni giorno è fondamentale per la nostra salute, ed esistono delle soluzioni alimentari particolarmente utili per stare bene. Una di queste è senza dubbio il riso nero, conosciuto anche con il nome di riso Venere.

Cosa sapete del riso nero? Conoscete qualche particolare sulla sua storia? Il riso nero, chiamato Venere in onore delle sue proprietà afrodisiache, è una varietà estremamente costosa di riso integrale che esiste in Cina da secoli, e che ha iniziato a essere prodotta in Italia in seguito al lavoro di un ricercatore cinese, che si trovava in servizio presso il centro sperimentale di un’azienda di sementi nella Pianura Padana. Quali sono le sue proprietà nutritive più importanti? Vediamole assieme.

Riso nero: toccasana contro i radicali liberi

I radicali liberi rappresentano uno dei principali fattori d’invecchiamento delle cellule e dei tessuti del nostro corpo. Qual è la soluzione migliore per evitare questo problema? L’assunzione di alimenti caratterizzati da un alto contenuto di antiossidanti.

Esistono numerose alternative utili al proposito e una di queste è proprio il riso nero, caratterizzato da una quantità di antiossidanti – soprattutto vitamina B, B3 e C – addirittura superiore a quella del mirtillo rosso, uno dei punti di riferimento principali quando si parla di contrasto all’azione dei radicali liberi. Volete qualche informazione in più sulle proprietà del riso nero? Non vi resta che proseguire nella lettura.

Riso nero: un alimento molto digeribile

Quando si hanno problemi di digestione è fondamentale fare attenzione a ciò che ogni giorno si mangia. Tra i crucci di chi soffre di dispepsia c’è il fatto di dover rinunciare spesso a cibi gustosi in favore di alternative leggere, ma non sempre invitanti.

Il riso nero è un’ottima soluzione al proposito, grazie al suo alto tasso di digeribilità che lo rende particolarmente adatto anche a chi ha problemi di stomaco. Si tratta di un’opzione molto utile anche nel caso di regimi dietetici in cui risulta fondamentale tenere sotto controllo le calorie e non trascurare l’apporto di fibre.

Riso nero e ferro

Il riso nero, grazie alla bassa invasività delle tecniche di lavorazione, mantiene intatte la maggior parte delle proprietà nutritive. Questo lo rende un’opzione particolarmente adatta a chi ha bisogno d’integrare nella dieta alcuni nutrienti, come per esempio il ferro. Sì, avete capito bene: il riso Venere è un’ottima fonte di ferro.

Integrarlo nella propria dieta significa fare un regalo davvero importante al corpo. Per quale motivo? Prima di tutto perché il ferro costituisce un’ottima opzione per migliorare la memoria, e poi perché rappresenta una valida alternativa per contrastare l’insorgenza di malattie cardiache e cancro (la correlazione non è automatica. Per prevenire patologie tumorali è fondamentale anche abbracciare uno stile di vita sano).

Riso nero: ottimo per chi ha problemi di pressione

Chi ha problemi di pressione, sia in eccesso sia in difetto, deve fare molta attenzione a quello che mangia. Nel caso specifico dell’ipertensione è essenziale fare attenzione estrema al sodio che si assume ogni giorno. Una dieta povera di sodio è l’ideale in questi casi, e il riso nero costituisce un’ottima alternativa per chi vuole concretizzarla.

Ovviamente non basta: risulta necessario affiancarne l’assunzione con altri accorgimenti, come per esempio la scelta di un’acqua minerale ad hoc, contraddistinta sempre da una bassa quantità di sodio. Le proprietà del riso nero non finiscono certo qui! Gli studi che sono stati dedicati negli ultimi anni a questo alimento hanno portato in evidenza numerosi benefici, che lo rendono un riferimento essenziale per chi vuole prendersi cura della propria salute partendo da ciò che mette nel piatto.

Riso nero e celiachia

Anche ci soffre di celiachia deve tenere costantemente sotto controllo quello che mangia. Esistono tantissimi prodotti senza glutine al giorno d’oggi: l’aumento della celiachia ha determinato la nascita di una vera e propria nicchia di mercato dedicata a chi soffre d’intolleranza al glutine.

Il riso nero costituisce un’alternativa alimentare molto utile per i celiaci. Può essere quindi integrato nella dieta dei soggetti che soffrono d’intolleranza al glutine sia in forma normale, sia come farina. Questo significa che è possibile assumere anche specifici prodotti a base di riso nero, come per esempio le torte.

Riso nero: ottima alternativa ricostituente

Il riso nero rappresenta anche un’ottima alternativa ricostituente. Abbiamo già parlato della presenza di calcio, ma possiamo ricordare anche quella di magnesio, fondamentale per chi ha problemi di cali di energia. La natura ci offre davvero tantissime alternative per stare bene grazie all’alimentazione, e il riso nero è una delle più importanti. Come si può trattare in cucina? Ecco qualche idea utile!

Riso nero: qualche idea ai fornelli

Il riso nero è considerato un alimento molto raffinato. Rappresenta un’alternativa utilizzata spesso nella cucina di alto livello, con associazioni con formaggi e vini. Prima d’impiegarlo in cucina è fondamentale ricordare che ha dei tempi di cottura molto lunghi, che si aggirano attorno ai 40/50 minuti (il doppio circa rispetto al riso bianco non pigmentato).

Il riso nero è il punto di partenza per tantissimi piatti, che vanno dalla minestra all’insalata caratterizzata dall’integrazione di crostacei e spezie. Si tratta davvero di un’ottima alternativa per la salute, ma anche di un’opzione perfetta per chi ama la buona cucina, che non è sempre dannosa!

Qualche altro consiglio per utilizzare il riso nero in cucina? L’insalata con gamberetti e curry – un vero e proprio omaggio alla sinergia tra sapori diversi – ma anche il riso nero con la menta, che può essere utilizzato anche come ingrediente base per sformati con formaggi stagionati. Le opzioni sono davvero tante, e i vantaggi per la salute pure!

 

Share