Le allergie al polline possono esser causa di ansia?

Le allergie al polline possono esser causa di ansia? Benessere

Perché in tanti soffrono d’ansia? Alcuni credono che l’ansia sia un sintomo, non un’identità, e ci sono molte ragioni, tante legate allo stress sul lavoro. Sono però anche le allergie stagionali a causare ansia. L’allergia non è solo prurito, lacrimazione, tosse e starnuti: vivere in un ambiente scatenante porta problemi alla salute mentale, causando l’ansia.

Le allergie possono contribuire all’ansia

Dire che le allergie ai pollini causano l’ansia è sbagliato; il concetto giusto è che contribuiscono all’ansia. Per la maggior parte delle persone, i normali allergeni presenti nell’aria da soli non saranno sufficienti a causare gravi sintomi d’ansia. È probabile che bisogna aggiungere all’equazione una ridotta capacità genetica per eliminare l’istamina, una dieta su quei cibi ricchi di istamina o una salute intestinale compromessa, quindi il problema, per la maggior parte delle persone, è multifattoriale.

Detto ciò, se uno qualsiasi dei seguenti tre fattori è particolarmente forte, esso da solo potrebbe causare l’ansia:

  • Allergeni (R) (R)
  • Geni dell’istamina
  • Salute intestinale compromessa a causa del cibo ricco di istamina

L’istamina colpisce il sistema nervoso centrale

Molti non sanno che l’istamina è un neurotrasmettitore che le cellule immunitarie rilasciano quando percepiscono una minaccia (se si hanno allergie, il polline è una minaccia). È responsabile della comunicazione cellula-cellula, inviando segnali che influenzano il sonno, la temperatura corporea, i segnali cardiovascolari, l’assunzione di cibo, la memoria e molto altro.

In poche parole, l’istamina colpisce il sistema nervoso centrale e l’ansia è uno dei sintomi rivelatori dell’intolleranza ad essa. L’equazione è relativamente semplice: dato che i livelli di istamina salgono oltre ciò che il corpo può effettivamente eliminare, i sintomi come l’ansia possono aumentare.

HNMT e DAO

L’enzima di terminazione per la clearance dell’istamina è chiamato istamina-N-metiltransferasi e il suo compito è quello di eliminare l’istamina intracellulare e l’istamina nel cervello. Non tutti hanno la stessa capacità di cancellare l’istamina. I livelli di HNMT possono variare fino a 5 volte tra individui in base al proprio corredo genetico.

La diammina ossidasi (DAO) è un altro enzima che si trova maggiormente nell’intestino e il suo compito è quello di liberare l’istamina libera o extracellulare. Come l’HNMT, le varianti nel gene AOC1 sono state associate a vari livelli di DAO. Le decisioni sullo stile di vita possono anche ridurre il DAO. Gli NSAID, gli antibiotici e l’alcol sono tra i maggiori responsabili della riduzione dei livelli di DAO.

Se una persona ha ridotto la capacità genetica di eliminare l’istamina o ha preso di recente alte dosi di ibuprofene o di un potente antibiotico, e vive in ​​un ambiente “allergenico”, potrebbe di conseguenza essere predisposto all’ansia, specialmente mentre fa una dieta ricca di istamina, e soprattutto durante la stagione delle allergie.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi