La dieta per la glicemia alta

La dieta per la glicemia alta Dieta

Nel nostro precedente articolo, abbiamo parlato in modo molto dettagliato di quelli che sono i più comuni sintomi di un innalzamento anomalo della glicemia. Oggi, invece, passeremo a darvi qualche pratico consiglio su una buona ed adeguata dieta per la glicemia alta.
Causata da uno scompenso dei valori degli zuccheri nel sangue, si può parlare infatti di un aumento della glicemia quando essa si porta a superare in modo preoccupante i 60/70 mg/dl (valori ottimali a digiuno).
Un pranzo troppo abbondante, infatti, può provocare quelli che sono i tipici sintomi della glicemia alta (bisogno eccessivo di bere acqua, forte stimolo ad urinare, appannamento della vista, stanchezza esagerata, dimagrimento, malessere, sensazione di secchezza alla bocca e poca fame). Le analisi del sangue, inoltre, possono rivelare uno sfasamento dei livelli dei chetoni, altro sintomo della glicemia.

Qualora il problema dovesse essere dunque confermato, è necessario mettere in pratica una specifica dieta per la glicemia alta.
Oltre a questa, ovviamente, è consigliabile l’adozione di stili di vita più sani ed equilibrati: attività fisica costante, controllo e gestione adeguata dello stress e limitazione nell’uso di farmaci particolarmente aggressivi.

Continuate a leggere di seguito per conoscere tutto ciò che c’è da sapere su quella che è la dieta per la glicemia alta.

Tutto sulla dieta per la glicemia alta

Premesso che quelli da noi riportati sono solo consigli e che per una vera e propria dieta per la glicemia alta è necessario rivolgersi a un medico o a uno specialista del settore, possiamo elencarvi di seguito quali sono gli alimenti migliori da mangiare e quelli invece da evitare nel caso si siano notevolmente innalzati i valori degli zuccheri nel sangue.
Per cominciare, è bene sapere che a causare la glicemia alta è molto spesso un abuso di dolci e alimenti zuccherati. Per questo, la dieta per la glicemia alta prevede la limitazione, quanto più possibile, di determinati cibi, a favore di altri più sani ed equilibrati.

Ecco la dieta per la glicemia alta

All’interno di quella che risulta essere una buona ed adeguata dieta per la glicemia alta, è bene consumare cibi poco zuccherati, evitare gli alimenti ad alto indice glicemico (consultate anche online le tabelle), prediligere i carboidrati semplici della pasta e del pane integrale, scegliere cibi a base di fibre o prodotti con la crusca di grano, l’orzo, l’avena e la segale, bere molta acqua e consumare, nelle dosi consigliate dal medico, legumi quali lenticchie, fagioli e soia. Quantità libera per quanto riguarda le verdure. Attenzione, invece, alla frutta. Fa bene, ma non esagerate con le quantità: contiene pur sempre zuccheri!

Share