Ipnoterapia efficace per trattare la sindrome dell’intestino irritabile?

Ipnoterapia efficace per trattare la sindrome dell'intestino irritabile? Benessere

Immagine da psicologionline.net

Secondo la MedUni di Vienna, l’ipnoterapia è ancora uno dei metodi di trattamento della sindrome dell’intestino irritabile più efficace in grado anche di alleviare i sintomi.

Le persone che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile correlata allo stress hanno una caratteristica distintiva microbica nell’intestino. Studi di recente condotti da un gruppo di ricerca presso la Divisione di Gastroenterologia ed Epatologia della MedUni di Vienna, hanno scoperto che la terapia olistica e ipnotica è significativamente più efficace nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile rispetto al solo trattamento sintomatico o probiotico.

Trattamento della sindrome dell’intestino irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile si manifesta con una serie di problemi digestivi come dolore, gonfiore, infiammazione, stitichezza o diarrea. Si stima che il 10-20% della popolazione occidentale ne sia colpita.

Spesso viene affrontata con una dieta o con i probiotici, ma anche l’ipnoterapia indirizzata all’intestino allevia i sintomi. Ci sono molti ricercatori che esaminano la flora gastrointestinale, per cercare di rintracciare le cause della sindrome dell’intestino irritabile.

Chi è affetto dalla sindrome e si trova in uno stato psicologico di afflizione, mostra una firma microbica distintiva. Grazie ad un confronto tra i vari questionari sullo stress, insieme all’analisi delle feci, si è dimostrato che esiste una correlazione tra l’incidenza di specifici batteri intestinali e il disagio psicologico derivato da stress, depressione o ansia.

Per questo motivo, diverse ricerche e trattamenti si concentrano sul ripristino di un equilibrio ideale nella flora intestinale del paziente mediante diete probiotiche (ad esempio utilizzando integratori alimentari). Tuttavia, come scoperto dal team della MedUni in un ulteriore studio, un approccio olistico e psicosomatico (terapia dell’ipnosi) funziona ancora meglio.

I pazienti sottoposti a ipnoterapia hanno mostrato un significativo alleviamento dei sintomi, mentre la composizione dei loro batteri intestinali non era cambiata a seguito del trattamento. Naturalmente, dovranno essere condotti studi più approfonditi per scoprire se qualcosa è cambiato, come ad esempio il metabolismo batterico, poiché la composizione originale della flora intestinale rimane la stessa.

Fino al 70% dei pazienti trattati ha risposto positivamente al trattamento olistico e psicosomatico mediante terapia ipnotica. Questa percentuale è invece molto più bassa quando vengono utilizzate terapie nutrizionali puramente sintomatiche o probiotiche.

Il trattamento olistico della sindrome dell’intestino irritabile potrebbe offrire grandi risultati nell’immediato futuro. L’influenza del microbioma intestinale sulla mente e sul sistema nervoso è un campo di ricerca entusiasmante. Gli approcci puramente biologici sono insufficienti per il trattamento della sindrome dell’intestino irritabile, senza l’aiuto di quelli psicosociali, dimostratosi molto più efficaci per i pazienti.

Le persone che soffrono di questa sindrome in forma grave spesso hanno subito dei traumi o sono state sottoposte a stress enormi. Quindi, richiedono un trattamento psicosomatico integrato.

Share