In caso di prolattina bassa

In caso di prolattina bassa Esami

Che cos’è la prolattina e quali possono essere le cause della prolattina bassa

Prima di passare all’eventualità in cui si riscontri un caso di prolattina bassa, cerchiamo di capire (anche per sommi capi) cosa sia la prolattina, a cosa serva principalmente e quali siano le sue funzioni più importanti all’interno dell’organismo femminile.

Ovviamente, come vi diciamo sovente, quanto riportato in questo articolo (non essendo il blog in cui esso è contenuto gestito da specialisti né da esperti del settore medico) non può essere utilizzato quale fonte di diagnosi o terapia. Per qualunque dubbio, informazione o chiarimento al riguardo, rivolgetevi a un dottore, che con la sua esperienza e competenza saprà delucidarvi e ragguagliarvi in merito.

Detto ciò, e fatta la dovuta premessa, vediamo cosa sia la prolattina e cosa significhi, ad esempio, avere la prolattina bassa. Continuate a leggere e ne saprete certamente di più!

I perché della prolattina bassa: cause (una tra le principali) e informazioni

La prolattina (e poi riporteremo una tra le possibili cause della prolattina bassa) è un ormone presente sia negli uomini che nelle donne. In particolare, nell’organismo femminile, essa funge da stimolante per le ghiandole mammarie e permette così la giusta produzione di latte da parte delle stesse.

Normalmente, per quanto varie potrebbero essere le motivazioni possibili, la causa principale di prolattina bassa in un individuo è la concentrazione piuttosto elevata di dopamina nel corpo.

Per quanto riguarda i valori, vi informiamo di come questi possano essere definiti normali se in grado di oscillare tra i 2 e i 29 ng per ml nelle donne e i 2 e i 18 ng per ml negli uomini (vanno fatte, ovviamente, alcune considerazioni e, a tal proposito, continuate a leggere per maggiori informazioni).

Cosa fare in caso di prolattina bassa?

Come premesso, il medico è l’unica figura adatta a suggerire una cura nell’eventualità in cui la presenza di prolattina bassa all’interno di un organismo venga definita preoccupante.

Ricordiamo, in conclusione a questo nostro articolo di oggi, come (tra le altre cose) la prolattina sia importante ai fini della secrezione del latte da parte delle ghiandole mammarie. Non è detto, però, che un caso di prolattina bassa venga definito preoccupante.

Durante le ultime fasi della gravidanza, ovviamente, i margini utili per la definizione di quelli che sono i valori normali di prolattina nell’organismo della donna saranno più alti e ciò per via dell’effetto che gli estrogeni hanno sull’ormone di cui abbiamo provveduto a trattare finora.

 

 

 

Share