In caso di cuoio capelluto secco

In caso di cuoio capelluto secco Benessere

Forfora e cuoio capelluto secco

Vi sarà capitato spesso, per qualche ragione ben precisa o senza un motivo apparente, di notare tra i capelli la famigerata forfora, risultato di un cuoio capelluto secco e forse un po’ troppo asciutto.

Ve la ritrovate dappertutto, sulle maniche della giacca, sulla nuca e tra le ciocche, e la cosa comincia a rappresentare un problema anche quando siete in mezzo alla gente (la cosa è senza dubbio poco gradevole da vedere).

A tal proposito (e per svariate altre ragioni), proveremo in questo articolo a spiegare quali potrebbero essere le cause e le motivazioni alla base di un cuoio capelluto secco, accenneremo in qualche modo ai possibili rimedi e spiegheremo cosa fare, ovviamente in assenza di controindicazioni e patologie, per migliorare una situazione senz’altro imbarazzante e non di rado fastidiosa.

Pronti? L’argomento vi interessa? Siete coinvolti dal problema finora descritto? Saltate allora ai prossimi paragrafi e ne saprete qualcosa in più!

Le motivazioni alla base di un cuoio capelluto secco, spesso causa della forfora

Normalmente, tra le cause di un cuoio capelluto secco, c’è la scarsa produzione, da parte delle ghiandole sebacee, del grasso utile ad ammorbidire la cute. Anche un’alimentazione carente o sregolata, ovviamente, può portare a un problema di cuoio capelluto secco.

Naturalmente, se il problema non accenna a migliorare o se avvertite una sintomatologia che non vi sembra inquadrabile come normale, rivolgetevi a un dottore e chiedete a quest’ultimo un parere. Del resto, come tendiamo a ricordarvi spesso, questo blog non è gestito da personale medico e quanto segue non può e non deve essere utilizzato quale fonte di diagnosi né tanto meno di terapia. Lo specialista, al contrario, resta l’unica figura cui rivolgersi per qualunque problema.

Cosa fare in caso di cuoio capelluto secco?

Piuttosto utile, nell’eventualità in cui soffriate di cuoio capelluto secco, è ricorrere a prodotti specifici quali maschere ed impacchi (chiedete consiglio al vostro erborista di fiducia. Egli saprà senz’altro indicarvi l’ingrediente, o la più giusta combinazione di ingredienti, cui ricorrere). Per il resto, ricordate che ogni prodotto ha una sua formulazione specifica. Prediligetene una adeguata al vostro problema: vi basterà leggere sulla confezione o fare precisa richiesta al negoziante.

Rivolgetevi invece a uno specialista se nessuno tra i vostri sforzi sembra aver funzionato, se il disturbo non pare avere intenzione di guarire o se qualcuno tra i sintomi lamentati vi fa sospettare la presenza di una malattia o di una patologia vera e propria.

Share