Il nome commerciale del vaccino per la rosolia

Il nome commerciale del vaccino per la rosolia Farmaco

Il nome commerciale del vaccino per la rosolia potrebbe comunemente occorrere a tutti coloro (donne soprattutto) che intendono ricorrervi per prevenire ed evitare una malattia esantematica che, purtroppo, contratta in alcuni particolarissimi momenti della vita, potrebbe causare conseguenze decisamente molto gravi.
Durante la gravidanza, ad esempio, essa potrebbe comportare danni al feto o morte del bambino che si porta in grembo, per cui, di conseguenza, potrebbe essere una scelta molto assennata quella di sottoporsi a un vaccino qualora non si sia mai passata, in tempi precedenti la rosolia.
Se avete, dunque, bisogno di conoscere il nome commerciale del vaccino per la  rosolia, continuate a leggere di seguito!

Qual è il nome commerciale del vaccino per la rosolia?

Come possiamo leggere dalla tabella fornitaci dal sito epidem.aslal.it, il nome commerciale del vaccino per la rosolia è Rudivax. Esso è prodotto e lanciato sul mercato dalla nota casa farmaceutica Aventis Pasteur. Non è difficile da reperire e qualunque informazione in merito può essere richiesta semplicemente al medico di famiglia.
Come qualcuno di voi potrà forse ricordare, tempo fa, nelle farmacie, era possibile reperire anche il Gunevax, prodotto invece da Chiron, ma attualmente esso non risulta più sul mercato.
Rudivax, dunque, è al momento l’unico nome commerciale del vaccino per la rosolia.

Rudivax: il nome commerciale del vaccino per la rosolia

Il Rudivax (niente di meno che il nome commerciale del vaccino per la rosolia) funge da agente attivo immunizzante utile a prevenire l’infezione del virus della rosolia. Una volta assunto, infatti, il corpo produce una serie di anticorpi in grado di arginare il pericolo di contrarre la malattia.
Come dicevamo ad inizio pagina, sottoporsi al vaccino per la rosolia è estremamente importante per tutte le donne in età fertile, proprio perché, in previsione di un’eventuale futura gravidanza, la malattia potrebbe provocare danni terribili al feto. Dopo un paio di mesi dalla somministrazione, inoltre, può essere utile rivolgersi al medico di famiglia per verificare l’avvenuta immunizzazione.
Inoltre, non fidatevi ciecamente della vostra memoria (le malattie esantematiche sono molte e, se le avete passate che eravate particolarmente giovani, potreste confondervi e non ricordare il giusto).
Nel frattempo, ci teniamo a ricordarvelo, il nome commerciale del vaccino per la rosolia è Rudivax. Ovviamente, non si può assumere in casa, ma deve essere somministrato solo da esperti presso strutture mediche abilitate.
Chiedete al medico di famiglia come fare e a chi rivolgervi per vaccinarvi prima di tentare un’eventuale gravidanza.

 

Share