I sintomi della mancanza di magnesio e potassio

I sintomi della mancanza di magnesio e potassio Benessere

Tra i sali minerali più importanti per il benessere e il funzionamento generale dell’organismo, figurano senza ombra di dubbio il magnesio e il potassio. Il primo, ad esempio, è indispensabile al corretto sviluppo dello scheletro, al normale funzionamento di organi quali cuore e cervello, al buon sostentamento dei muscoli e a quelle reazioni specifiche che necessitano di avvenire in modo quanto più equilibrato possibile. Il potassio, invece, agisce favorevolmente nella contrazione muscolare, nel rilascio degli ormoni e nel trasporto dei liquidi all’interno dell’organismo.
I sintomi della mancanza di magnesio e potassio, del resto,  non faticano a farsi sentire fin da subito in chi ne rivela un’eventuale carenza. Soprattutto d’estate o durante le sessioni sportive in palestra e all’aria aperta, la forte perdita di liquidi da parte del corpo umano fa sì che gli importantissimi sali minerali cui abbiamo appena accennato vengano dispersi in maniera decisamente maggiore rispetto al solito.
Vediamo allora, di seguito in questo post, quali sono i principali sintomi della mancanza di magnesio e potassio.

Tutti i sintomi della mancanza di magnesio e potassio

I più importanti sintomi della mancanza di magnesio e potassio, dunque, consistono prevalentemente in eccessiva stanchezza, debolezza muscolare e crampi.
Durante l’attività fisica, infatti, o anche semplicemente mentre si svolgono le solite attività quotidiane, potrebbe essere possibile avvertire delle contrazioni a livello delle gambe e dei polpacci.
Un senso di debolezza, misto a un’anomala perdita di energia, completano infine il quadro relativo ai sintomi della mancanza di magnesio e potassio.

Cosa fare in caso si avvertano i sintomi della mancanza di magnesio e potassio

Oltre alla dispersione eccessiva di liquidi da parte del corpo umano, un’altra causa scatenante i sintomi della mancanza di magnesio e potassio potrebbe risiedere in una dieta poco equilibrata (che vede cioè un’assunzione esagerata di fibre a dispetto degli alimenti contenenti sali minerali).
A tal proposito, dunque, sarebbe opportuno incrementare il consumo di cibi contenenti magnesio e potassio (banane, cacao, mandorle, fagioli, cereali integrali, broccoli, noci, mandorle, arachidi, orzo, crusca d’avena, riso integrale, latte scremato, yogurt, formaggi, uvetta, fichi e pesce) e ridurre quegli alimenti che, al contrario, ne scoraggiano l’assorbimento (carne rossa, zuccheri raffinati, uova, alcol, dolciumi, cereali e prodotti industriali). Bevete infine almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno e, se necessario, chiedete un consiglio al vostro medico per un’eventuale assunzione di integratori. In questo modo, vedrete, riuscirete a sconfiggere ben presto tutti i sintomi della mancanza di magnesio e potassio nell’organismo.

Share