Falsi miti sulle allergie alimentari

Falsi miti sulle allergie alimentari Benessere

Spesso fraintese, le allergie alimentari hanno comunque avuto un certo riconoscimento scientifico e varie istruzioni in merito. In più, il numero di persone affette è in costante aumento. Tuttavia, ci sono dei falsi miti su di esse che devono essere necessariamente sfatati:

Essere allergici a qualsiasi cibo che da problemi. E’ un’affermazione palesemente falso, dato che ci sono differenti problemi che possono insorgere dopo aver mangiato determinati cibi, la maggior parte dei quali non hanno nessuna relazione con le allergie. Le reazioni allergiche vere e proprie sono causate da eventi immunologici che coinvolgono le immunoglobuline, le quali sono delle proteine che coadiuvano la risposta immunitaria dell’organismo. Alcune reazioni avverse agli alimenti, che non sono allergie alimentari, comprendono le intolleranze alimentari, l’intossicazione alimentare e le reazioni tossiche.

Per fortuna, le persone che soffrono di intolleranze alimentari sono un numero notevolmente maggiore rispetto a quelle che manifestano delle vere e proprie reazioni allergiche. Per quest’ultima casistica, una recente stima parla di una percentuale che varia tra il 2 ed il 5% della popolazione.

Tutte le allergie alimentari nei bambini si risolvono man mano che invecchiano. Più vanno avanti con l’età e più l’organismo di alcuni bambini impara a tollerare quegli alimenti che in precedenza hanno causato reazioni allergiche. Una cosa del genere è molto probabile che accada nel caso di allergie al latte, alle uova e al grano, ma non è chiaro in tutti i casi. Tuttavia, il miglioramento dei sintomi indica che l’allergia è scomparsa. Quella verso gli arachidi difficilmente va via. Naturalmente, per sapere con certezza se un’allergia alimentare è definitivamente scomparsa, è sempre meglio rivolgersi ad un allergologo, il quale effettuerà le prove allergiche necessarie per dare un verdetto definitivo.

L’allergia agli arachidi è quella alimentare più comune. L’allergia alle arachidi ha il potenziale notevole di provocare reazioni anafilattiche, che sono reazioni allergiche gravi e potenzialmente fatali. Per fortuna, solo lo 0,6% della popolazione mondiale è affetto da questa allergia alimentare. Quelle più comuni riportate dagli adulti sono allergie a frutta e verdura.

Le allergie alimentari iniziano sempre nell’infanzia. Allergie come quelle a frutta e verdura si possono sviluppare in tarda età a causa delle proteine, molto simili agli allergeni presenti nell’aria, come i pollini. Questi allergeni causano la produzione di Ig E e l’Ig E, portando l’organismo a reagire con le proteine ​​simili presenti nella frutta e nella verdura.

La desensibilizzazione è un trattamento efficace per le allergie alimentari. La desensibilizzazione ad alcuni allergeni mediante iniezione di piccole quantità di estratti da essi per un lungo periodo è stata una terapia efficace per alcune allergie (come quelle ai pollini). Tuttavia, non ci sono prove scientifiche che possano prevenire reazioni allergiche al cibo.

Share