Dubbi e perplessità: il Lexotan fa male al cuore?

Dubbi e perplessità: il Lexotan fa male al cuore? Farmaco

Basta digitare su un qualsiasi motore di ricerca la parola Lexotan per rimanere sensibilmente sopraffatti da domande, dubbi e perplessità che i numerosi utenti della rete quotidianamente esprimono su social e forum di medicina (continuate a leggere per sapere se Lexotan fa male al cuore).
Particolarmente utile nella cura degli stati ansiosi e delle manifestazioni somatiche o psichiatriche ad essi associati, il farmaco su cui tanto si suole dibattere viene generalmente prescritto solo qualora il disturbo sofferto sia grave, debilitante e fonte seria di disagio per il soggetto afflitto.
Dato poi l’impatto rilevante che il Lexotan comporta sull’organismo che lo assume, il medico curante ne sconsiglia quasi sempre l’uso prolungato, definendo trattamenti della durata di massimo 8-12 settimane, con periodo di sospensione quanto più possibile graduale.
Come moltissimi altri farmaci, ovviamente, anche il Lexotan presenta una sfilza di controindicazioni ed effetti collaterali ed è per questo che in molti, tra le tante cose, si sono chiesti se è giusto supporre che Lexotan fa male al cuore.

Dubbi e perplessità: il Lexotan fa male al cuore? Farmaco

Le controindicazioni: ma Lexotan fa male al cuore oppure no?

Per rispondere alla domanda che fa da titolo a questo post (cioè se sia giusto o no pensare che Lexotan fa male al cuore), riportiamo di seguito quelle che sono le controindicazioni e gli effetti indesiderati del farmaco in questione.
Tra le controindicazioni, per cominciare, troviamo:

– Ipersensibilità al bromazepam o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
– Miastenia gravis. Ipersensibilità alle benzodiazepine. Grave insufficienza respiratoria. Grave insufficienza epatica (le benzodiazepine non sono indicate nel trattamento di pazienti con insufficienza epatica grave in quanto possono causare encefalopatia). Sindrome da apnea notturna. Gravidanza, allattamento.
– Glaucoma ad angolo stretto.
– Intossicazione acuta da alcol, medicinali ipnotici, analgesici o psicotropi (neurolettici, antidepressivi, litio).

Cerchiamo allora di capire se Lexotan fa male al cuore leggendo la parte più importante del foglietto illustrativo, quello relativo agli effetti indesiderati.

Dubbi e perplessità: il Lexotan fa male al cuore? Farmaco

Gli effetti indesiderati: Lexotan fa male al cuore?

Per capire se Lexotan fa male al cuore oppure no, riassumiamo insieme quali sono gli effetti indesiderati del farmaco in questione:

– disturbi psichiatrici, quali stati confusionali e disturbi emotivi;

– patologie del sistema nervoso, quali ad esempio sonnolenza, cefalea e vertigini;

– visione offuscata e diplopia;

– disturbi gastrointestinali;

– reazioni cutanee;

– debolezza muscolare e affaticamento;

– depressione respiratoria,apnea, peggioramento dell’apnea notturna;

– patologie del sistema immunitario;

– insufficienza cardiaca incluso l’arresto cardiaco.

Come potete leggere, l’ultimo punto da noi inserito può far pensare che il Lexotan fa male al cuore. In realtà, gli effetti indesiderati descrivono solo quello che PUO’ accadere e non ciò che necessariamente ACCADRA’ al paziente che fa uso del farmaco. Molto, del resto, dipende anche dall’uso congruo che di esso si fa. Il consulto del medico e la storia clinica individuale, dunque, saranno assolutamente decisive sull’opportunità o meno di prendere il Lexotan.

Share