Diagnosi artrite reumatoide

Diagnosi artrite reumatoide Malattie

 

Una delle malattie più complicate da diagnosticare è l’artrite reumatoide. Si tratta di una patologia progressiva che generalmente diventa cronica e colpisce le persone dai 25 ai 45 anni di età. L’artrite reumatoide è un’infiammazione delle articolazioni, essa provoca non pochi dolori, gonfiori degli arti con conseguente difficoltà di movimenti. In modo specifico l’artrite reumatoide colpisce principalmente le articolazioni che sono strettamente caratterizzate dalla membrana sinoviale.

Che cos’è l’artrite reumatoide

E’ l’infiammazione di tale membrana che causa la malattia e le zone più colpite sono: mani, piedi, gomiti, polsi, gomiti, caviglie, spalle, colonna vertebrale e le anche. Da qui è facile insomma capire come l’artrite reumatoide sia una malattia subdola che in poco tempo non permette più al nostro corpo di potersi muovere liberamente e si arriva poi alla totale disabilità. Non vi sono cause ben specifiche per identificare questo tipo di malattia, ciò però che gioca un ruolo fondamentale è il sistema immunitario. In modo alquanto sconociuto questo sistema inizia a produrre anticorpi che attaccano le parti sane delle articolazioni e degli altri organi.

Diagnosi

Ancor più complicato risulta svolgere una diagonsi artrite remuatoide. Questo perché in generale i vari sintomi, con dolori alle articolazioni, possono essere riconducibili anche ad altre patologie. E’ quindi importante riuscire a comunicare al meglio con il proprio medico e studiare tutti i sintomi, una diagnosi precoce dell’artrite reumatoide potrebbe evitare di rovinare totalmente la vita del malato. Se presa in tempo e con le dovute cure tale patologia può essere curata al meglio. Ecco che allora tutto si basa su una diagnosi precoce affidandosi ad un esame fisico, a esami di laboratorio, raggi x, ecografia articolare, con un attento studio si può cercare di realizzare una diagnosi precoce dell’artrite reumatoide.

Share