Come rimediare ai piedi piatti

Come rimediare ai piedi piatti Rimedi

Pensare che un problema come quello dei piedi piatti sia irrisolvibile è sbagliatissimo. Chi ha questa particolare condizione, spesso soffre di dolore, difficoltà nell’indossare scarpe o di fare attività fisica.

Esistono due diverse tipologie di piedi piatti. Piede piatto flessibile: si forma quando tutto il peso viene messo sul piede ed è la tipologia più comune di piede piatto. Piede piatto rigido: si forma con o senza peso e sono causati dalla coalizione tarsale, la quale è una condizione in cui le ossa sono cresciute insieme, dall’artrite e da condizioni congenite.

Allora come rimediare ai piedi piatti? Ecco alcuni suggerimenti.

Allungamento

Il muscolo del polpaccio stretto chiamato Equinus è la causa più comune dei piedi piatti. Questo muscolo trasmette una forza di pronazione sul piede, con conseguente collasso dell’arcata. L’appiattimento si può evitare tramite un programma di stretching dedicato. Molto efficace per il tendine d’Achille è lo stretch che si fa prima di una corsa oppure durante gli esercizi di yoga.

Esercizi di rafforzamento dell’arco

All’interno del piede ci sono molti muscoli, la maggior parte dei quali hanno origine e terminano all’interno del piede senza estendersi in un’altra parte del corpo. Vengono chiamati muscoli intrinseci e generalmente si trovano sul fondo del piede. Chi soffre di piedi piatti tende ad avere muscoli intrinseci che sono poco sviluppati o funzionano male. Grazie agli esercizi di rafforzamento dell’arco, che comportano semplici movimenti delle dita dei piedi, si possono rinforzare.

Inserti per scarpe

Supporti per l’arco plantare possono alzare l’arco in modo estrinseco. Funzionano allineando le strutture ossee in una posizione preferibile, facendo leva sull’arco e invertendo l’osso del tallone. I piedi piatti spesso traggono giovamento con gli inserti perché il supporto strutturale allevia strappi muscolari e spasmi.

Camminare a piedi nudi

Una cosa del genere sembra contro-indicativa, poiché le persone che hanno i piedi piatti necessitano di supporto. Invece, camminare o allenarsi a piedi nudi rende più attivi e forti i muscoli dei piedi, che si traduce in una migliore stabilizzazione.

Chirurgia

Se tutte le cose descritte sopra non hanno dato i frutti sperati, l’ultima strada da percorrere è la chirurgia. A seconda dell’età del paziente, della gravità del piede e dei sintomi, un intervento chirurgico risolutivo per i piedi piatti può essere semplice oppure estremamente complesso. Siccome ogni piede piatto è diverso, il trattamento deve essere fatto con assoluta accuratezza.

Ma quali sono gli interventi chirurgici che solitamente vengono fatti? Eccoli:

  • Impianto: un chirurgo posiziona un impianto nella parte posteriore del piede per sostenere le ossa.
  • Strutturale: un comune intervento chirurgico al piede piatto comporta trasferimenti del tendine con tagli ossei o fusioni articolari per ottenere un riallineamento.
  • Fusione: nei casi più critici, potrebbero essere necessarie fusioni articolari maggiori.
Share