Le proprietà del farro perlato

proprietà del farro perlato

Le proprietà del farro perlato (così come quelle del farro integrale, da cui differisce solo per il fatto che è stato già privato del rivestimento esterno ed è pronto per la cottura senza passare per l’ammollo) sono davvero molte e tutte davvero benefiche.
Dando anche solo semplicemente un’occhiata alla sua composizione, infatti, possiamo notare che il farro perlato è costituito per il 10% da acqua, per il 15% da proteine e per il 60% circa da carboidrati. Il rimanente, invece, si divide tra fibre, amidi, amminoacidi e minerali (quali potassio, calcio, ferro, fosforo e sodio).
Continuate a leggere, dunque, per conoscere tutte le proprietà del farro perlato.

Benefici e proprietà del farro perlato

I benefici e le proprietà del farro perlato sono davvero molti e fanno di questa buonissima graminacea un prodotto antichissimo e utilizzato già dai tempi delle popolazioni indigene. In particolare, esso è particolarmente facile da digerire, favorisce la giusta coagulazione del sangue, rafforza il sistema immunitario, stimola il metabolismo, fa bene allo stomaco, assorbe molta acqua in cottura, è anallergico ed è un ottimo sostituto al pane per tutti coloro che vi sono intolleranti.
Nonostante infine il suo consumo non sia particolarmente indicato nelle diete se non in quantità molto moderate (100 grammi di farro contengono circa 330 calorie), il farro della Garfagnana sembra avere sui regimi ipocalorici effetti davvero molto positivi.
Viste, dunque, quelle che sono le numerosissime proprietà del farro perlato, esso può essere utilizzato per la preparazione di molte e squisite ricette.

Usate anche in cucina le proprietà del farro perlato

Dal momento che le proprietà del farro perlato si distinguono come vero e proprio toccasana per tutto l’organismo, può essere una buona idea utilizzarlo in ricette sfiziose e molto gustose.

Minestra di farro

Le splendide proprietà del farro possono essere utilizzate, ovviamente, per preparare la classica minestra. Cuocete 500 grammi di fagioli con un ciuffo di salvia, un po’ d’aglio e un goccio d’olio. A parte, rosolate del rosmarino, qualche porro tagliato a listarelle e un po’ di guanciale fatto a pezzettini. A cottura quasi ultimata, aggiungete la salsa di pomodoro e quando questa si sarà incorporata unite i fagioli. Salate e aggiungete il farro. Servite con del pepe.

Crostata di farro con marmellata di more (fonte: www.alice.tv)

Per utilizzare le proprietà del farro perlato anche nel dolce, preparate questa buonissima crostata. Unite 125 di farina di farro con 100 gr di farina 00, aggiungete un pizzico di sale, 125 grammi di burro e amalgamate sbriciolando l’impasto. Incorporate 90 grammi di zucchero di canna, 5 grammi di lievito, 1 uovo intero, la scorza di un’arancia non trattata e i semi di una stecca di vaniglia. Per impastare al meglio aiutatevi con un cucchiaio di acqua fredda. Stendete 3/4 della pasta su un foglio di carta da forno e rivestite una tortiera di circa 22 cm di diametro. Riempite la pasta con 1 vasetto di marmellata di more, ricoprite con la restante pasta formando le classiche striscioline e cuocete in forno a 180°C per 30-40 minuti.

fonte: http://www.alice.tv/ricetta/crostata-al-farro-con-marmellata-di-more

 

Share