Crema pasticcera vegan

Crema pasticcera vegan Dieta

La crema pasticcera è un componente fondamentale di tantissime ricette di dolci. Quasi non riusciamo a pensare di farne a meno, e molto spesso ci chiediamo se esitano o meno modi per cucinarla in maniera più leggera. Pensiamo soprattutto alla linea, ma anche la salute in generale non deve essere dimenticata quando si parla di crema pasticcera vegan. Ecco quali sono i vantaggi che possono derivare dal fatto di sceglierla per i propri dolci.

Crema pasticcera vegan: perché prepararla?

La crema pasticcera vegan è una scelta sempre più frequente, tanto che aumentano a dismisura i negozi che sono pronti a offrire prodotti di pasticceria ad hoc per vegani. Non si tratta solo di scelte alimentari drastiche ma comunque legate a decisioni personali: in certi casi si parla di veri e propri stati di necessità, legati a condizione di salute e all’attenzione a evitare specifici danni. In prima linea tra i vantaggi della scelta della crema pasticcera vegan è possibile ricordare la possibilità di contrastare gli effetti d’intolleranze e allergie, ma anche la cura del proprio apparato gastrico nel caso di problemi come il reflusso gastroesofageo o la gastrite, che possono essere acuiti dall’assunzione di alimenti come il latte vaccino. La scelta della crema pasticcera vegan non è quindi un semplice capriccio, ma in certe situazioni può essere anche una necessità anche importante. Ecco quindi qualche consiglio per prepararla.

Crema pasticcera vegan: mettiamo le mani in pasta!

Dopo aver elencato i vantaggi della crema pasticcera vegan, è arrivato il momento di mettere le mani in pasta. Ecco quindi qualche suggerimento utile per prepararla. Partiamo da una ricetta estremamente semplice, che consta di tre ingredienti: latte di mandorla, amido e zucchero. A discrezione di chi sta ai fornelli, è possibile scegliere anche il latte di cocco.
Come funziona la preparazione? Bisogna partire mischiando zucchero e amido, per poi aggiunger man mano il latte. Il passo successivo consiste nello sbattere il composto con una frusta, facendo attenzione a evitare la formazione di grumi. Una volta terminato questo processo, mettete il composto sul fuoco lento, e continuate a mescolare fino a quando la crema non risulta sufficientemente densa. Spegnete il fuoco e trattate la crema a seconda del dolce a cui è destinata. Semplice, vero? Senza dubbio! E pensate che non è l’unica alternativa quando si parla di crema pasticcera vegan!

Crema pasticcera vegan: anche il profumo vuole la sua parte!

Il profumo della crema pasticcera è davvero inebriante: parla di artigianalità, di amore per il prodotto personalizzato, di attenzione al gusto e alla salute. Quando si parla di crema pasticcera vegan, è possibile ottenere questo effetto? Assolutamente sì! Ecco una ricetta sempre molto semplice per portare in tavola una crema pasticcera profumatissima!
Cosa vi serve? Latte di soia (ma anche di mandorla o cocco, a seconda di quello che vi piace e di eventuali problemi di allergie), zucchero di canna, amido, vaniglia, qualche scorzetta di limone, farina di farro. Come funziona la preparazione? Iniziando a mettere sul fuoco il latte con le scorze di limone, e procedendo poi con l’inserimento della vaniglia, che per ottenere un effetto più naturale si può acquistare sotto forma di bacche. Unite tutti gli altri ingredienti in un pentolino, e aggiungete lentamente il latte intiepidito. Mettete il tutto sul fuoco, e appena vedete i primi segni di ebollizione abbassatelo, mescolando con attenzione alla formazione di grumi.

Crema pasticcera vegan: ancora altri consigli!

Avreste mai immaginato che il mondo dei dolci vegan fosse così pieno di alternative anche solo per una ricetta comune come la crema pasticcera? Quasi sicuramente no! Noi però vogliamo stupirvi ancora, e presentarvi un’altra ricetta davvero semplice.
Cosa vi serve per prepararla? Latte di riso o di mandorla a seconda delle vostre esigenze o allergie, farina, zucchero di canna, alga agar-agar (potete trovarla in erboristeria senza particolari problemi). Cosa è l’ala agar-agar? Un polisaccaride utilizzato come gelificante naturale, e derivante da alghe rosse di diverso tipo. Dopo la scelta degli ingredienti arriva il momento della preparazione. Come muoversi? Mettendo zucchero e farina in un’unica pentola, e aggiungendo man mano gli altri ingredienti, facendo attenzione a mantenere il fuoco lento. Continuate a mescolare fino a quando non ottenete un composto sufficientemente denso, togliete dal fuoco e fate raffreddare per una mezz’oretta.

Crema pasticcera vegan: un’altra chicca!

Sono davvero tantissime le varianti della crema pasticcera vegan e una di sicuro effetto è quella a base di curcuma. Come prepararla? Ecco la ricetta, davvero semplice e utile per circa 600 ml di prodotto. Per gli ingredienti vi servono latte di mandorla, panna vegetale, zucchero di canna, qualche grammo di curcuma. Come procedere con la preparazione? Prendete un pentolino e unite zucchero, latte e curcuma. Mettete tutto sul fuoco con fiamma bassa e unite il resto degli ingredienti. Fate bollire il tutto avendo cura di continuare a mescolare per evitare la formazione di grumi. Continuate fino a quando la crema non si sarà sufficientemente addensata. I dolci vegan con la curcuma sono davvero una specialità per il palato, il naso (questa spezia ha un profumo delizioso) e un toccasana per la salute!

Crema pasticcera vegan: come prepararla in caso di problemi di salute

Come preparare la crema pasticcera vegan nel caso in cui chi la mangia abbia dei problemi di salute? Esistono alcune indicazioni da seguire per evitare criticità di qualsiasi tipo. Sono ovviamente molto semplici.

  • Informatevi sulle allergie: quando si prepara la crema pasticcera vegan è comunque fondamentale informarsi sulle allergie dei propri ospiti, in quanto la gamma d’ingredienti può essere anche più ampia rispetto alla crema tradizionale.
  • Pulite bene tutti gli strumenti che utilizzate: questa regola è in generale fondamentale, ma non fa mai male ricordarla, soprattutto quando si ha a che fare con persone che hanno particolari problemi di salute.
  • Usate la fantasia: cucinare vegan è un’ottima idea per lasciare spazio alla fantasia. Una volta preparata la vostra crema pasticcera sbizzarritevi, e cimentatevi per esempio nella realizzazione di una torta senza glutine con qualche ricetta speciale!

 

 

 

 

Share