Tumori, studio olandese sfata il mito della “sfortuna” come causa

Tumori, studio olandese sfata il mito della "sfortuna" come causa Medicina

Per molto tempo la gente comune ha creduto che i tumori nascessero come diretta conseguenza della “sfortuna”. Per quanto la scienza si sia sforzata di dimostrare il contrario, finalmente c’è una ricerca che è riuscita a farlo con dati e prove alla mano. Sicuramente è vero che la sfortuna gioca un suo ruolo nella formazione dei tumori, ma secondo gli esperti questo ruolo non sarebbe tanto grande così come hanno affermato a più riprese non solo persone inesperte, ma anche altri studiosi!

L’anno scorso, infatti, uno studio molto discusso attribuiva a mutazioni del tutto casuali l’insorgenza dei tumori. Gli studiosi dell’Università di Utrecht però non ci stanno, e con la loro nuova ricerca pubblicata sulle pagine di Nature sono ora in grado di dimostrare l’esatto contrario.

In particolare, i ricercatori olandesi hanno monitorato le mutazioni del Dna nelle cellule staminali adulte presenti nel fegato, nell’intestino e nel colon di un gruppo di volontari aventi un’età compresa tra i 3 e gli 87 anni. Questi volontari sono stati tenuti sotto stretto controllo per diverso tempo e quello che ne è venuto fuori è che indipendentemente dall’organo o dall’età della persona, il numero di nuove mutazioni tendeva a mantenersi stabile con una media di 40 episodi l’anno.

Secondo Ruben Van Boxtle, uno degli autori della ricerca, questo fenomeno smentisce in maniera chiara ed inequivocabile la “teoria della sfortuna”. “Siamo rimasti sorpresi – spiega Ruben – quando abbiamo trovato praticamente lo stesso tasso di mutazioni in organi con incidenza di tumori molto diversa tra loro. Ciò suggerisce che la semplice accumulazione di errori ‘sfortunati’ all’interno del Dna non può spiegare la differenza di incidenza, almeno per quel che riguarda alcuni tumori”.

Per quanto gli studiosi si dicano convinti del fatto che la ricerca debba continuare a indagare sulle cause che scatenano i tumori e debba cercare di chiarire l’incidenza che la sfortuna ha in tutto quanto ciò, è evidente che una mezza risposta la si conosca già. Infatti, l’enciclopedia medico-scientifica è piena di dati ormai considerati inoppugnabili che parlano di come un determinato stile di vita tenda a favorire l’insorgere dei tumori: fumare, bere molto alcol, mangiare spesso carne rossa (specialmente se cotta in un certo modo) e più in generale condurre una vita poco sana sono condizioni che creano un ambiente fertile per la proliferazione delle cellule cattive.

Share