Sintomi della mancanza di ferro nel sangue

Sintomi della mancanza di ferro nel sangue Malattie

 

L’organismo umano non può vivere al meglio con la mancanza di ferro nel sangue. Questo minerale è fondamentale per la nostra sopravvivenza in quanto costituisce una parte integrante dell’emoglobina, una molecola essenziale che si occupa di trasportare l’ossigeno nel sangue e verso tutti gli altri organi del nostro corpo.

Cause mancanza di ferro nel sangue

La mancanza di ferro nel sangue quindi già fa comprendere come stia ad identificare una scarsa presenza di globlui rossi nel sangue. Solitamente questa mancanza di ferro provoca anemia, anche se può essere associata ad altri tipi di malattia. Il nostro organismo tende quotidianamente ad avere delle perdite di sangue, questa varia da soggetto a soggetto, ma in generale sono soprattutto le donne a patire maggiormente la mancanza di ferro nel sangue a causa anche del ciclo mestruale o della gravidanza. Come fare a capire quando la mancanza di ferro nel sangue sia importante? Bisogna necessariamente fare riferimento ai vari sintomi che si riversano sul nostro corpo.

Sintomi della mancanza di ferro

I sintomi della mancanza di ferro nel sangue sono facilmente riconoscibili: stanchezza cronica, giramenti di testa frequenti, viso pallido, battito del cuore accelerato, respiro affannoso, polso alquanto debole. Sicuramente il sintomo principale della mancanza di ferro nel sangue risulta essere il giramento di testa, da qui si può iniziare a capire qualcosa in più sul proprio stato di salute. Chiaramente l’assorbimento del ferro nel sangue avviene attraverso l’alimentazione e se c’è una mancanza bisogna necessariamente variare la propria dieta e optare per quegli alimenti ricchi di ferro come legumi, carne magra, pesce azzurro ed esistono anche degli integratori alimentari per favorirne l’assorbimento.

Share