I sintomi del soffio al cuore

I sintomi del soffio al cuore Medicina

Quali sono i sintomi del soffio al cuore? Come riconoscerlo?

Prima di chiarire quali siano i sintomi del soffio al cuore, cerchiamo di guardare più da vicino questa particolarità (chiamiamola così) dell’attività cardiaca, non così insolita e, non di rado, tutt’altro che grave (non pochi, ad esempio, sono quei bambini che nascono col soffietto al cuore e lo vedono scomparire nei primissimi mesi o anni di vita).

Fatta la dovuta premessa, quando si parla di soffio al cuore si vuole intendere quel suono (ne esitono di varie intensità) senz’altro anomalo che il cuore emette al passaggio del sangue.

Varie e numerose, ovviamente, possono essere le cause del soffio al cuore e, a tal proposito, sarà la visita dall’esperto a stabilire la serietà del problema.

Le cause e i sintomi del soffio al cuore

Per fare un esempio (e poi passeremo a quelli che sono i sintomi del soffio al cuore), possono scatenare o favorire, nel tempo, il soffio al cuore: ipertensione, infezioni, stenosi, malformazioni congenite, ipertiroidismo, problemi alle valvole cardiache, aneurisma aortico, anemia, endocardite batterica, gravidanza, infarto pregresso, insufficienza cardiaca e altro ancora.

In base all’età del paziente, poi, il soffio al cuore può essere dovuto a una motivazione piuttosto che a un’altra.

Ma quali sono i sintomi del soffio al cuore? Come lo si riconosce e come ci si accorge della sua presenza? Inoltre, è necessario ricorrere a delle cure o terapie perché esso vada via? Se sì, quali?

Quali sono i sintomi del soffio al cuore? C’è una terapia da seguire? E’ sempre necessaria?

A diagnosticare la presenza di un soffio al cuore è il medico cui ci siamo rivolti (il quale ausculterà il battito cardiaco).

Come premesso, esistono varie tipologie di soffio (continui, sistolici o diastolici) e, in base al problema di cui si soffre, più di uno possono essere i sintomi del soffio al cuore (o più che altro, i rumori prodotti).

Talvolta, non si sente altro che un lieve fruscio, altre volte un vero e proprio suono. Se a scatenare il soffio è poi una determinata malattia, potrebbero essere riscontrabili ulteriori e altri sintomi del soffio al cuore.

Una volta individuato il problema, comunque, sarà il medico che vi segue a determinare in che modo sia bene procedere per individuare la causa del soffio e, se necessario, la cura cui attenersi per risolverlo. Anche in caso non si intervenga, comunque, è sempre bene sottoporsi a controlli periodici.

Ovviamente, e qui concludiamo il nostro post sui sintomi del soffio al cuore, questo blog non è gestito da dottori né da esperti del settore medico e quanto riportato nel presente articolo è divulgato al solo scopo informativo, dunque, non può essere utilizzato quale fonte di diagnosi né tanto meno di terapia. Per tutte le informazioni e le indicazioni del caso rivolgetevi al medico.

Share