Sintomi allergia al polline

Sintomi allergia al polline Malattie

E’ bene saper riconoscere i sintomi allergia al polline in modo da intervenire tempestivamente, soprattutto se si tratta di fenomeni che sono avvertiti per la prima volta.

 

Quando compare l’allergia al polline

L’allergia al polline tende solitamente a manifestarsi in tre periodi della stagione, quando durante le fasi della fioritura viene rilasciato nell’aria il polline, la cellula riproduttiva maschile dei fiori. E’ proprio in tali circostanze che possono apparire il primissimi sintomi allergia al polline: durante il periodo pre-primaverile, primaverile-estivo oppure estivo-autunnale. Questo fa ben comprendere come ormai non sia solo la primavera a generare sintomi allergia al polline, ma è possibile anche ritrovarsi nel periodo iniziale dell’autunno con tale fastidio. Nel dettaglio quali sono i sintomi allergia al polline? Innanzitutto è bene dire come possano essere manifestazioni piuttosto fastidiose a carico degli occhi, del naso ed anche dell’apparato respiratorio.

 

Quali sintomi allergia al polline?

In modo specifico i sintomi allergia al polline che coinvolgono gli occhi (congiuntivite allergica) sono: lacrimazione continua, fastidio alla luce, prurito alle congiuntive. A livello invece nasale i sintomi allergia al polline si presentano con starnuti ripetuti, congestione nasale, riduzione dell’olfatto, prurito del naso, secrezione abbondante e di colore chiaro. Come accennato in precedenza può esserci anche un coinvolgimento dell’apparato respiratorio e qui ci si ritrova con difficoltà respiratoria, tosse secca, sibili intratoracici e crisi di tipo asmatico. I sintomi allergia al polline possono però manifestarsi anche con la classica dermatite o orticaria, la sensazione di stanchezza, malessere generale e mal di testa frequente. Si tratta quindi di situazioni che sono considerate piuttosto fastidiose ed è opportuno poter intervenire immediatamente grazie alle cure di un medico, con l’allergia non si scherza.

Share