Cosa mangiare con influenza intestinale

Cosa mangiare con influenza intestinale Malattie

 

Quando si è colpiti da influenza intestinale solitamente si è soggetti ad avere sintomi come diarrea, vomito, stanchezza, brividi e in alcuni casi anche febbre. L’influenza intestinale è causata molto spesso da un virus, anche se può capitare di ritrovarsi in questa situazione a causa di una cattiva digestione.

Influenza intestinale

Solitamente con l’influenza intestinale non bisogna assumere dei farmaci, trattandosi di un virus il medicinale non farà alcun effetto, ma contribuirà a rendere ancora più fragile il vostro stomaco. Ci si chiede a questo punto cosa mangiare durante l’influenza intestinale. Solitamente si è colpiti anche da inappetenza, ma è importante comunque mangiare per poter garantire al proprio organismo una ripresa. Vista la perdita eccessiva di liquidi provocata dall’influenza intestinale, è importante bere molta acqua, aiutarsi anche con del tè, camomilla e limonata. E’ però importante che quando compaiono i primi sintomi di influenza intestinale si stia a digiuno per almeno due o tre ore, senza bere nemmeno acqua. In questo modo si eviterà di provocare ulteriore stress al proprio intestino.

Cosa mangiare durante influenza intestinale

Passato questo breve tempo dovete iniziare a riabituare il vostro organismo al cibo in modo graduale, non dovete insomma mangiare in modo normale. Optate soprattutto per alimenti che siano assolutamente in bianco: pane, crackers, grissini, pasta in bianco, riso in bianco, brodo di pollo, patate lesse, carne bianca e pesce. Questi alimenti però devono essere consumati in quantità ridotte e in un lasso di tempo breve. Mangiare quindi poco e spesso è il primo passo da fare per riprendersi da un’influenza intestinale. Da evitare assolutamente alcol, fumo, cibi grassi e tutto ciò che contribuirebbe a rovinare ancor di più il vostro stato di salute.

Share