Regole e caratteristiche della dieta Gift

Regole e caratteristiche della dieta Gift Dieta

L’efficacia della dieta Gift

La dieta Gift, ideata e promulgata dai medici italiani Attilio e Luca Speciani, è stata definita una delle diete più proficue ed efficaci degli ultimi tempi.

Pur non puntando sulla velocità e sull’immediatezza dei risultati (tante persone, errando, si aspettano un regime ipocalorico rapido ma non necessariamente salutare), la dieta Gift mira alla selezione dei cibi piuttosto che alla drastica riduzione delle calorie, tentando di nutrire l’organismo con alimenti che riescano a stimolare il metabolismo e a favorire la capacità del corpo di bruciare i grassi anziché accumularli.

A tal proposito, davvero numerosi sono i benefici della dieta Gift. La massa muscolare, infatti, non viene compromessa come spesso accade nei regimi squilibrati e, oltre che i grassi, ad essere contrastata è anche quella ritenzione idrica che tanto disagio e fastidio genera nelle donne.

Ovviamente, è molto importante che alla dieta Gift venga affiancata la giusta dose di attività fisica settimanale.

Inoltre, ad essere particolarmente controllato è il consumo dei carboidrati e la scelta qualitativa degli alimenti consigliati.

Vediamo allora, di seguito in questo articolo, quali sono nello specifico i principi fondamentali della dieta Gift.

Regole e caratteristiche della dieta Gift Dieta

Le regole peculiari della dieta Gift

Il sito internet dedicato alla dieta Gift è chiaro e davvero molto esaustivo. Nel menù a sinistra della home, infatti, è possibile leggere quelle che sono le informazioni più importanti circa il regime ipocalorico ideato dagli Speciani.

Nello specifico, la dieta Gift si fonda su una serie di regole fondamentali che possiamo così riassumere:

1) Tenere l’insulina sotto controllo abbinando proteine e carboidrati in ognuno dei tre pasti principali (la fonte proteica deve essere pari a circa un terzo del volume della pietanza).

2) Limitare l’assunzione dei carboidrati ad alto indice glicemico.

3) Ridurre l’apporto calorico, in maniera graduale, da quanto ingerito a colazione a quanto consumato a cena.

4) Privilegiare l’assunzione di frutta e verdura, in quantità pressoché libere, anche fuori dai pasti principali.

5) Bere molta acqua e consumare quante più fibre possibili, preferendo la pasta integrale e assumendo frutta e verdura con buccia e semi.

6) Masticare lentamente per favorire la sazietà e ridurre eventuali fermentazioni.

7) Evitare i cibi spazzatura.

8) Dedicarsi a un’attività di tipo aerobico che sia regolare e costante.

9) Controllare e risolvere eventuali intolleranze alimentari.

10) Approcciare positivamente alla dieta anche da un punto di vista psicologico.

Regole e caratteristiche della dieta Gift Dieta

I cibi sì della dieta Gift

Come continuiamo a leggere dal sito dedicato alla dieta Gift, i cibi consigliati da Luca e Attilio Speciani sono:

– i cereali integrali

– i latticini

– gli affettati quali prosciutto crudo, prosciutto cotto, bresaola e tacchino affumicato a fette.

– la frutta fresca e la verdura di stagione

– le carni magre, il pesce, le uova e le fonti proteiche sane

– i legumi (preferibilmente non in scatola)

– il miele e la marmellata senza zucchero per dolcificare

– i semi oleosi (quali noci, nocciole, mandorle, pistacchi…) al naturale e non salati.

Regole e caratteristiche della dieta Gift Dieta

Share