L'igiene orale nei bambini

L'igiene orale nei bambini Benessere

Quella di educare fin da molto piccoli i nostri bambini all’igiene orale è una scelta senza dubbio importantissima.
Le abitudini più radicate, infatti, si prendono in età tenerissima e la pulizia dei denti è sicuramente una questione che ogni genitore deve affrontare col proprio figlio il prima possibile.

Vediamo allora, di seguito, quando avviare le prime norme di igiene orale nei bambini, in che modo cominciare e come insegnare loro a fare da soli.

Quando insegnare l’igiene orale nei bambini

Come premesso sopra, l’igiene orale nei bambini dovrebbe cominciare già nei primissimi mesi di vita, precedentemente alla comparsa dei primi dentini. Dopo le poppate di latte e i pasti introdotti con lo svezzamento, infatti, il cavo orale e le gengive devono essere ripulite dalla placca e dai residui alimentari presenti. Sotto l’anno di vita, si potrà quindi cominciare usando una garzetta sterile da strofinare delicatamente sulle gengive, sulle guance, sulla lingua e sulle puntine che stanno spuntando.
Al compimento del primo anno, invece, e preferibilmente quando il piccolo è in grado di risciacquare la bocca, si dovrebbe promuovere l’igiene orale nei bambini introducendo gradualmente la figura dello spazzolino. In farmacia, potrete acquistare quelli specifici per i primi mesi di vita e, perché sia ancor più gradito lavare i denti, utilizzare dentifrici alla frutta, senza fluoro.
Non dimenticate, ovviamente, di cambiare lo spazzolino quanto più spesso possibile, almeno una volta al mese.

L’igiene orale nei bambini: la prima visita dal dentista e la prevenzione

Per una corretta igiene orale nei bambini sarebbe il caso di provvedere, periodicamente, a prenotare una visita di controllo dal dentista. Intorno ai 3 anni, dunque, è bene sottoporre il piccolo a un controllo, che rilevi lo stato delle gengive, dei denti e, soprattutto, eventuali problemi di ortodonsia.
Importantissima per una buona igiene orale nei bambini è poi la prevenzione: evitare quanto più possibili dolci, zuccheri e bevande gassate può essere senza dubbio il modo principale per limitare danni allo smalto e comparsa di carie.
Cercate di non zuccherare neanche ciucci e tettarelle, in modo che il bambino non si abitui a sapori così dolci, compromettendo quelle che potranno essere le sue abitudini future.

Share