I 3 segni che ti avvisano della carenza di iodio

I 3 segni che ti avvisano della carenza di iodio Benessere

Lo iodio è un minerale che si trova nei frutti di mare ed è essenziale per il corpo umano. Viene utilizzato dalla ghiandola tiroidea per produrre ormoni, i quali controllano la crescita, riparano le cellule danneggiate e sostengono il metabolismo umano. Purtroppo, la carenza di iodio è molto diffusa nel mondo. Tra quelle a rischio più elevato ci sono:

  • Le donne incinte.
  • Le persone che vivono in Paesi dove il terreno contiene poco (Asia meridionale, Sud-est asiatico, Nuova Zelanda, Paesi europei).
  • Le persone che non usano sale iodato.
  • Le persone che seguono una dieta vegetariana o vegana.

La carenza di iodio porta sintomi spiacevoli e, in alcuni casi, anche gravi. Gonfiore al collo, problemi legati alla gravidanza, aumento di peso e difficoltà di apprendimento sono i più comuni.

Di seguito, tre segni che indicano la carenza di iodio:

Gonfiore al collo: avviene nella parte anteriore e prende nome di gozzo, il quale si forma quando la ghiandola tiroidea diventa troppo grande. Questa ghiandola ha la forma di una farfalla e produce ormoni tiroidei quando riceve un segnale dall’ormone stimolante la tiroide (TSH).

Quando i livelli ematici del TSH aumentano, la ghiandola tiroidea utilizza lo iodio per produrre ormoni tiroidei. Quindi, quando il corpo contiene poco iodio, la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. Onde compensare la carenza, la ghiandola è costretta a lavorare maggiormente e quindi le sue cellule crescono e si moltiplicano velocemente, causando il gozzo. Questo inconveniente si risolve assumendo più iodio.

Inaspettato aumento di peso: altro segno della carenza di iodio. Siccome gli ormoni tiroidei aiutano a controllare il metabolismo, quando non ne vengono prodotti abbastanza, il corpo brucia meno calorie a riposo. Quindi, il corpo ne assorbe in eccesso, cosa che si traduce in maggiore grasso immagazzinato. L’aggiunta di maggiore iodio alla dieta aiuta ad invertire gli effetti del metabolismo lento poiché stimola il corpo a produrre più ormoni tiroidei.

Fatica e debolezza: sono sintomi molto comuni legati alla carenza di iodio. In effetti, alcuni studi hanno scoperto che quasi l’80% delle persone con bassi livelli di ormone tiroideo, che si verificano in caso di carenza di iodio, si sentono stanchi, pigri e deboli. Questi sintomi si verificano perché gli ormoni tiroidei aiutano l’organismo a produrre energia.

Quando i livelli di ormone tiroideo sono bassi, il corpo non riesce a produrre tanta energia. Ciò può far precipitare i livelli di energia e causare debolezza fisica. In effetti, uno studio condotto su 2.456 persone ha scoperto che affaticamento e debolezza erano i sintomi più comuni tra quelli che avevano livelli di ormone tiroideo bassi o leggermente bassi.

Share