Encefalite: in cosa consiste, sintomi e cause

Encefalite: in cosa consiste, sintomi e cause Malattie

L’encefalite è l’infiammazione del cervello, comunemente causata da un’infezione virale. L’encefalite spesso provoca lievi sintomi influenzali, come febbre o mal di testa, oppure nessun sintomo. Può anche causare confusione, convulsioni o problemi sensoriali o di movimento. Raramente, può essere pericolosa per la vita. La diagnosi e il trattamento tempestivi sono importanti perché è difficile prevedere come l’encefalite possa influire su ciascun individuo.

Sintomi

La maggior parte delle persone con encefalite virale ha sintomi lievi di tipo influenzale, come:

  • Mal di testa
  • Febbre
  • Dolori nei muscoli o nelle articolazioni
  • Affaticamento o debolezza

A volte i segni e i sintomi sono più gravi e potrebbero includere:

  • Confusione, agitazione o allucinazioni
  • Convulsioni
  • Perdita di sensibilità o paralisi in certe aree del viso o del corpo
  • Debolezza muscolare
  • Problemi con la parola o l’udito
  • Perdita di conoscenza

Nei neonati e nei bambini piccoli, segni e sintomi potrebbero anche includere:

  • Rigonfiamento nei punti morbidi (fontanelle) del cranio di un bambino
  • Nausea e vomito
  • Rigidità del corpo
  • Irritabilità

Le cause

La causa esatta dell’encefalite è spesso sconosciuta. La più nota e comune è l’infezione virale. Anche le infezioni batteriche e le infiammazioni non infettive possono causare l’encefalite.

Esistono due tipi principali di encefalite:

Encefalite primaria: si verifica quando un virus o un altro agente infetta direttamente il cervello. L’infezione può essere concentrata in una zona o diffusa. Un’infezione primaria può essere la riattivazione di un virus che era stato inattivo dopo una precedente malattia.

Encefalite secondaria: deriva da una difettosa reazione del sistema immunitario ad un’infezione in altre parti del corpo. Invece di attaccare solo le cellule che causano l’infezione, il sistema immunitario attacca erroneamente anche cellule sane nel cervello. Conosciuta anche come encefalite post-infezione, l’encefalite secondaria si verifica spesso dopo due/tre settimane dall’infezione iniziale.

Cause virali comuni

Tra i virus che causano l’encefalite ci sono:

Herpes simplex virus (HSV): sia l’HSV di tipo 1 (bolle intorno alla bocca) che l’HSV di tipo 2 (herpes genitale) possono causare l’encefalite. L’encefalite causata da HSV di tipo 1 è rara ma può causare danni cerebrali significativi o condurre alla morte.

Altri virus dell’herpes: sono inclusi il virus Epstein-Barr, che comunemente causa la mononucleosi infettiva e il virus varicella-zoster, che causa la varicella e l’herpes zoster. Gli enterovirus: sono inclusi il poliovirus e il coxsackievirus, che di solito causano una malattia con sintomi simil-influenzali, infiammazione degli occhi e dolore addominale.

Virus trasmessi dalle zanzare: questi virus possono causare infezioni come il West Nile, l’encefalite equina occidentale e equina orientale. I sintomi dell’infezione possono manifestarsi entro pochi giorni fino a un paio di settimane dopo l’esposizione al virus trasmesso dalle zanzare.

Virus trasmessi da zecche: il virus Powassan è trasportato da zecche e provoca l’encefalite. I sintomi di solito compaiono circa una settimana dopo un morso.

Infezioni infantili: le comuni infezioni infantili, come il morbillo, la parotite e la rosolia causano l’encefalite secondaria.

Share