Dieta del ghiaccio, come funziona

Dieta del ghiaccio, come funziona Dieta

 

Per dimagrire molte persone provano qualsiasi tipo di alimentazione, al fine insomma di poter perdere qualche chilo di troppo. Arriva a tal proposito dagli Stati Uniti la dieta del ghiaccio, un’alimentazione basata proprio sul ghiaccio, mai considerato un vero e proprio alimento che potrebbe, secondo il gastroenterologo che l’ha inventata, Brian Weiner, aiutare notevolmente a perdere peso. Come funziona questa dieta del ghiaccio?

 

Come funziona la dieta del ghiaccio

La teoria di Weiner è molto semplice, anche se scientificamente non è del tutto corretta. Innanzitutto i punti saldi di questa dieta del ghiaccio si basano sulla teoria in cui il corpo umano, per poter sciogliere il ghiaccio, brucia delle calorie ed inoltre che quest’alimento, se così lo si può definire, non contiene assolutamente calorie. Secondo però il gastroenterologo americano c’è un altro vantaggio, ossia che il ghiaccio riesce a rendere sazi. Questa dieta del ghiaccio ovviamente deve essere integrata ad un’alimentazione sana e corretta, non si può di certo vivere mangiando solo ghiaccio, ma è importante che quest’alimento venga assunto in una quantità di un litro al giorno. Infatti seguendo la dieta del ghiaccio in questo modo si consumerebbero 160 calorie senza ritrovarsi con alcun tipo di controindicazione.

 

Dieta del ghiaccio, il parere contrastante

In realtà questa dieta del ghiaccio di Weiner è stata un bel po’ criticata a livello scientifico, insomma i dati forniti dal gastroenterologo non sarebbero effettivamente corretti, infatti più nello specifico un solo chilogrammo di ghiaccio consumato richiedono 117 calorie, ciò significa che per perdere un chilo di peso si necessita di 66 chili di ghiaccio. E’ però alquanto sconsigliato seguire la dieta del ghiaccio per chi vive in paesi freddi o caldi, il surriscaldamento del corpo è una controindicazione per l’assunzione del ghiaccio.

Share