Correre fa bene: sfatiamo i miti più comuni

Correre fa bene: sfatiamo i miti più comuni Fitness

Vorreste correre ma non siete sicuri che si tratti di uno sport adatto a voi? Purtroppo spesso siamo portati a pensare che la corsa non sia un’attività sportiva vera e propria, o meglio, che correre non sia consigliabile a chi vuol tenersi in forma dalla testa ai piedi. A differenza della palestra o del nuoto, ad esempio, la corsa viene vista come un’attività poco efficace in termini di dimagrimento fisico, o comunque sia come un’attività che non permetterebbe di dimagrire in modo omogeneo. Ma quanto c’è di vero dietro tutte queste credenze popolari? La risposta è “praticamente niente”.

Il mito secondo cui la corsa provocherebbe problemi alle ginocchia, ad esempio, è un falso mito. Nessuno studio e nessuna ricerca infatti hanno ancora dimostrato che la corsa sia nociva per la salute delle ossa, tanto meno per quelle delle ginocchia! Ovvio però che se soffrite di artrosi o di dolori al ginocchio, prima di intraprendere un’attività di questo tipo sarebbe il caso che ne parliate con un medico.

In molti, poi, credono che per aumentare i benefici sia necessario andare a correre ogni giorno: in realtà diverse ricerche hanno dimostrato che basta andare a correre due o tre volte a settimana per ottenere risultati degni di nota sia a livello fisico, sia a livello di migliori performance. E da qui ci possiamo riallacciare a un altro discorso: quello dei chilometri. Bisogna sapere infatti che i chilometri non contano quando si corre, perché per chi pratica questa attività è importante solo e soltanto una cosa: correre, e farlo con regolarità.

Infine non crediate che chi corre può mangiare ciò che vuole, perché questo è un altro falso mito che si è fatto strada col tempo. Ebbene no, se correte non potete mangiare mica tutto ciò che vi passa per la testa: per migliorare gli effetti della corsa dovete predisporre un piano alimentare quanto più equilibrato.

Share