Come curare la gastrite antrale

Come curare la gastrite antrale News e curiosità

Le statistiche parlano chiaro: la gastrite è un problema che affligge sempre più persone e sempre più insistentemente (continuate a leggere per scoprire come curare la gastrite antrale). Gli stili di vita scorretti, una società sempre più frenetica e competitiva, serenità d’animo troppo difficili da conquistare e un’alimentazione sbagliata, infatti, sono tra le numerosissime cause alla base di una fastidiosissima infiammazione della mucosa dello stomaco e di un dolore che, generalmente, si attenua dopo i pasti e si ripresenta successivamente anche in modo più impetuoso. A tal proposito, in questo articolo, noi di Salute33 intendiamo parlarvi di una particolare tipologia di gastrite, la gastrite di tipo A (o gastrite antrale), che attacca il fondo e e il corpo gastrico. Continuate a leggere, dunque, se volete sapere come fare a curare la gastrite antrale.

La terapia per curare la gastrite antrale

Prima di spiegare ai nostri affezionati lettori quale sia la terapia ideale per curare la gastrite antrale, vogliamo proporre una breve premessa in merito a questo specifico tipo di infiammazione.

La gastrite di tipo A, o gastrite antrale, è infatti una malattia ereditaria che va a compromettere le cellule atte alla produzione di acidi gastrici. In questo modo, la mucosa dello stomaco si corrode nel tempo e l’anemia, con eventuale carenza di vitamina B12 è, ovviamente, tra le prima conseguenze del problema. Per tali ragioni, e per molte altre ancora, è bene evitare accuratamente quanto descritto sopra con un’adeguata terapia per curare la gastrite antrale.

Come fare a curare la gastrite antrale

Per curare la gastrite antrale, dunque, è importantissimo contattare un buon gastroenterologo. Questa, senza dubbio, è l’unica e più giusta scelta da adottare per superare il problema. In ogni caso, però, tenere a mente i suggerimenti consigliati per un qualunque problema di gastrite non fa mai male:

– evitate assolutamente gli alcoolici;

– limitate il più possibile il caffè, soprattutto se avete l’abitudine di prederlo a stomaco vuoto;

– seguite una dieta sana ed equilibrata, povera di grassi, di fritti e di alimenti infiammanti;

– limitate le bevande gassate e troppo frizzanti;

– aspettate di aver digerito prima di andare a letto;

– fumate il meno possibile (meglio sarebbe se coglieste l’occasione per smettere del tutto).

– non sottovalutate il problema e recatevi tempestivamente da un medico esperto per curare la gastrite antrale. I dolori da infiammazione della mucosa dello stomaco passano in breve tempo, ma trattandosi pur sempre della corrosione di una parete importante dello stomaco è bene non prendere sottogamba la situazione e farsi curare il prima possibile.

 

Share