Caffè d’estate: berlo o non berlo?

Caffè d'estate: berlo o non berlo? Benessere

In molti si dicono assolutamente convinti del fatto che il caffè, causando disidratazione, non andrebbe bevuto durante l’estate o quanto meno durante un soggiorno in luoghi che sono caldi e umidi. Ma c’è un reale riscontro scientifico o si tratta solo di una credenza popolare che è priva di un fondamento serio? A dire il vero, tenendo conto di quanto ci dicono alcune ricerche scientifiche, verrebbe da dire che sia più vera la seconda ipotesi: in poche parole non è esattamente vero che il caffè causi disidratazione.

Degli studi condotti nel 1997 e nel 2005 avevano dimostrato che alte dosi di caffeina consumate costantemente potevano provocare effetti sulla diuresi, ma altri studi, come ad esempio quello condotto nel 2000 e poi pubblicato dal Journal of American College of Nutrition, hanno provveduto a smontare pezzo per pezzo questa convinzione. Tra questi, anche uno studio del 2014 condotto dall’Università di Birmingham è stato in grado di dimostrare come invece il caffè non sia un nemico della diuresi.

Sembra insomma che l’opinione maggiormente condivisa sia quella espressa una volta per tutte dalla Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (Sisa), secondo la quale il caffè non provocherebbe alterazioni della diuresi: nutrizionisti e scienziati concordano ormai che salvo particolari controindicazioni, chiunque di noi può bere caffè quotidianamente e con moderazione senza doversi aspettare alterazioni del normale equilibrio diuretico. Bere 4 o 5 tazzine al giorno, vale a dire 400 mg di caffeina, non apporterebbe nessun tipo di rischio serio alla salute.

Ma allora come mai le ricerche del ’97 e del 2005 erano giunte a tutt’altra conclusione? La Sisa ha fornito una riposta a questo dubbio amletico, affermando che quei risultati fossero legati in realtà a dei test effettuati su caffeina pura e non sulla bevanda del caffè (che in effetti non è esattamente la stessa cosa). Per cui, sempre salvo controindicazioni, possiamo continuare a gustarci un buon espresso senza doverci fare mille problemi e, soprattutto, possiamo continuare a consumarlo anche durante l’estate: la disidratazione non ne verrà compromessa di certo, a meno che, è chiaro, non siamo noi stessi a privare l’organismo dell’acqua di cui ha bisogno (almeno 1 litro e mezzo al giorno, ricordate?).

Share