Blocco vaccini precauzionale: Cosa Succede?

Blocco vaccini precauzionale: Cosa Succede? Farmaco

Negli ultimi giorni non si sente parlar d’altro del blocco vaccini influenzali che sta investendo tutta l’Italia. Secondo l’Ema è stato necessario aprire un indagine in merito ai casi di morte in Italia, in base alla quale pare che non siano presenti dei collegamenti tra le morti e le vaccinazioni nonostante siano stati considerate due morti sospette in Abruzzo e a Cuneo.
Nonostante i giornalisti continuino a parlare dei vaccini influenzali collegati alle morti, secondo l’Agenzia Europea del Farmaco non esiste alcuna evidenza che collega il vaccino ai tragici eventi. Per il momento è stata effettuata la prevenzione, ma in via del tutto precauzionale, nei laboratori stanno avvenendo i test sui lotti in corso per avere un’analisi dettagliata.

Blocco dei vaccini influenzali: Cosa sta succedendo?

Nel frattempo è stata segnalata una seconda morte in Toscana, cosa sta succedendo? Questa volta la vittima è un anziano vaccinato con Flaud, uno dei lotti dei vaccini ritirati dal commercio. La procura di Prato ha deciso di sequestrare i vaccini bloccati mentre la Regione è pronta a confermare che si tratta di una morte naturale.
Per quanto riguarda il caso dell’89enne di Prato, la Procura ha deciso di far riesumare il corpo per effettuare l’autopsia e far luce sulle cause del decesso. I magistrati hanno sequestrato a livello nazionali tutti i vaccini antinfluenzali Flaud appartenenti ai lotto ritirati.

NAS attivi alla Novartis

La sede della Novartis a Siena è stata presa di mira dai carabinieri del Nas di Firenze, arrivati presso l’azienda farmaceutica sabato mattina. L’obiettivo della presenza? Eliminare tutte le giacenze appartenenti ai due lotti di vaccino ritirati, peccato che nei magazzini non è stata trovata nessuna confezione.

 

Le morti in Abruzzo?

Che cosa dire allora sulle morti in Abruzzo? Anche in questo caso i vaccini non centrano nulla? Purtroppo nelle ultime ore le morti sospette in questa regione continuano, prima l’uomo di 89 anni in provincia di Chieti, poi un altro caso a Frisa dove è morta una donna della stessa età. La Procura della città ha avviato un inchiesta in merito ai vaccini, nonostante i medici continuano a parlare di morte naturale.

Dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, viene richiesto a tutti i cittadini di evitare una psicosi, infatti, il ministro ha intenzione di intervenire con il massimo rigore se fossero accertate delle problematiche. Quindi per il momento non è di certo il caso di creare allarmismi, i media stanno creando una psicosi che non serve a nulla e nella maggior parte dei casi provoca danni alla salute, in quanto molte persone con determinate patologie hanno la necessità di essere vaccinati.
Secondo le polemiche più attive in merito a queste presentazioni, si parla di ritardi nelle segnalazioni dei casi da parte delle Regioni. A questo punto viene da chiedersi chi ha ragione? In risposta al Ministro della Salute arriva il Presidente della Conferenza delle Regioni, accusando la Lorenzin di essere una “scaricabarile”. Secondo Chiamparino è arrivato il momento di verificare per tutelare la sicurezza sanitaria di tutta la popolazione, cosa non funziona nell’ azione di sorveglianza di determinati farmaci.
Insomma l’Italia è nel caos e il blocco dei vaccini è ufficiale, che cosa succederà?

Share