Alcol e demenza: qual è la vera correlazione?

Alcol e demenza: qual è la vera correlazione? Benessere

Sono molte le ragione per cui l’abuso regolare di alcol è una pessima idea: può provocare danni a cuore, fegato e cervello mettendo a rischio la salute generale.

Esiste un collegamento tra alcol e demenza?

Stando ad alcuni ricerche, l’abuso di alcol può alla lunga aumentare il rischio di sviluppo della demenza. Danneggiare il cervello equivale a danneggiarne la memoria, causando un’accelerazione dei danni vascolari.

In un recente studio, è stato scoperto che molti pazienti affetti da demenza erano e sono abituali consumatori di consistenti dosi alcoliche. Insomma, è un forte fattore di rischio per la progressiva condizione celebrale, specialmente sotto i 65 anni. Coloro che consumano molto alcol sono spesso fumatori, soffrono di depressione e conducono una vita malsana. Tutto questo aumenta il rischio di demenza.

Stabilire quanta quantità di alcol occorre bere per sviluppare la malattia è attualmente sconosciuto. L’unica cosa certa è la dipendenza, la quale ha causato gravi problemi di salute. Bere molto alcol comporta l’aumento ipertensivo, il diabete, l’infarto o l’insufficienza cardiaca: tutti elementi che conducono allo stato di demenza.

Cosa dicono le ricerche?

La maggior parte suggerisce che bere un bicchiere di vino al giorno potrebbe essere benefico per la salute del cervello, anche se alcuni studi hanno scoperto che bere con moderazione può portare ugualmente allo sviluppo della demenza. Tuttavia, c’è molta differenza tra il bere poco e il bere molto: i cosiddetti alcolisti vanno spesso incontro a problemi gravi di salute ed a volte alla morte.

Qual è il consiglio?

In generale, l’essere umano dovrebbe limitarsi a bere non più di 14 unità di alcol a settimana per mantenere i rischi per la salute molto contenuti:

  • Bicchiere di vino grande: 3 unità
  • Pinta di birra poco alcolica: 3 unità
  • Bicchiere di vino standard: 2 unità
  • Pinta di birra ad alto tasso alcolico: 2 unità
  • Bottiglia di birra: 1,7 unità
  • Superalcolici: 1 unità

Cosa dicono gli esperti?

Asseriscono che bisogna essere consapevoli che, l’abuso eccessivo di alcol, a lungo andare può causare la demenza. Ma, per accertarlo definitivamente, sono necessarie più ricerche approfondite, soprattutto per capire il ruolo svolto dal volume di alcol consumato rispetto alla frequenza con cui viene bevuto e come questo influisce sul rischio di demenza precoce.

La maggior parte dei casi di morbo di Alzheimer, la più importante causa di demenza, si verifica dopo i 65 anni e aumenta drammaticamente con l’avanzare dell’età. Scoprire come prevenirli sarebbe particolarmente utile.

Anche se non esiste un modo infallibile per prevenire completamente la demenza, le evidenze attuali indicano che oltre a bere con moderazione, rimanere fisicamente e mentalmente attivi, seguire una dieta equilibrata, non fumare e mantenere il peso forma, controllare il livello del colesterolo e la pressione sono tutti ottimi modi per mantenere sano il cervello durante l’invecchiamento.

Share