Contrattura muscolare coscia e polpaccio

contrattura muscolare Contrattura muscolare coscia e polpaccio

Molti sportivi spesso devono fare i conti con la contrattura muscolare alla coscia e al polpaccio. In generale possiamo notare soprattutto come nel mondo del calcio e dell’atletica si verifichino tali infortuni muscolari. La contrattura muscolare non è altro che l’aumento del tono muscolare, si ha la sensazione che il muscolo non sia più predisposto all’allungamento e rimane contratto. Chi incappa in una contrattura muscolare alla coscia e al polpaccio sentirà proprio come se la gamba non riuscisse più a distendersi, i muscoli impediscono tale movimento.

Le cause della contrattura muscolare

In generale le cause di contrattura muscolare alla coscia o al polpaccio non sono ben definite, non è molto spesso chiaro il perché avvenga tale lesione. Può capitare insomma che qualche fibra muscolare sia anche lesionata in questo caso parliamo poi di contrattura antalgica. Molto spesso si rischia di subire una contrattura o strappo muscolare quando il muscolo non è ben riscaldato, quando si è troppo affaticati oppure ci può essere un’eccessiva tensione emotiva che inevitabilmente porta poi a sfogarsi sui muscoli. Chi è solito infortunarsi con una contrattura muscolare in modo piuttosto frequente deve necessariamente affidarsi ad un fisioterapista in quanto è probabile che soffra di una sindrome miofasciale. Può però capitare che anche chi subisce una distorsione può poi ritrovarsi con una contrattura muscolare.

I rimedi

Per guarire da questo tipi di infortunio di solito si opta per il riposo assoluto, è insomma necessario che per almeno una settimana si sospenda qualsiasi tipo di attività fisica. Per chi vorrà invece velocizzare i tempi, come nel caso dei calciatori, vari massaggi fisioterapici possono tranquillamente aiutare la guarigione. Normalmente attraverso lo stretching si favorisce una totale ripresa del muscolo contratto.

Ti è piaciuto l'articolo?

  • Si, mi piace! --------------------->
  • No, non sono d'accordo perchè... -->
Loading Facebook Comments ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>