Unghie sane e robuste? Come rinforzarle in maniera naturale!

Unghie sane e robuste? Come rinforzarle in maniera naturale! Benessere   Le unghie sono una parte del corpo davvero importante per la donna, poiché dicono molto in merito alla sua attenzione nei confronti dell’aspetto estetico e lasciano intendere parecchio circa il desiderio della donna stessa di apparire bella e in pace con se stessa. Del resto è proprio attraverso la mano che si instaura un primo approccio fisico con le altre persone, per cui avere mani curate è importante anche e soprattutto sotto un punto di vista sociale!

Per tutte queste ragioni è importante fare il necessario pur di rinforzare le unghie e permetter loro di apparire sempre in forma, ma soprattutto forti e resistenti nei confronti degli agenti esterni.

Come rinforzare le unghie

La necessità di rinforzare le unghie è comune a moltissime donne che vuoi per motivi genetici o vuoi per fattori ambientali, si ritrovano a dover combattere con unghie che sono invece fragili, friabili, prive di elasticità e tendenti alla sfaldatura facile. Queste situazioni in cui le unghie si presentano a dir poco deboli possono essere davvero molto fastidiose, soprattutto alla luce di chi tiene particolarmente a sfoggiare delle mani belle e curate. Ma allora cosa possiamo far pur di rinforzare almeno un po’ queste nostre unghie tanto fragili?

Come prima cosa bisogna sapere che le unghie tendono a indebolirsi per via dello stress, pertanto cominciamo già con il tentare di seguire uno stile di vita un po’ più tranquillo sia sotto un punto di vista fisico che sotto un punto di vista psicologico. Il secondo motivo per cui le unghie si spezzano con facilità è poi dettato dai fattori atmosferici come il freddo, il sole forte e l’acqua di mare; mentre invece i fattori ambientali come l’utilizzo di determinati detersivi e saponi o l’impiego in lavori particolarmente usuranti assumono un ruolo altrettanto determinante per quel che riguarda la salute delle unghie. Insomma, un po’ per lo stress, un po’ per il tempo e un po’ per le normali circostanze di vita, per proteggere le unghie dallo spettro della fragilità dobbiamo innanzitutto cominciare a trattarle con cura non esponendole a situazioni traumatiche. In particolar modo occorre:

  • Tenere le unghie corte per ridurre le possibilità che possano incorrere in traumi. D’altro canto con le unghie lunghe è inevitabilmente più facile incorrere in urti e incidenti vari che espongono al rischio di sfaldatura.
  • Evitare di entrare in contatto con agenti aggressivi come detergenti e saponi, e per questo indossare dei guanti di gomma ogni qualvolta lo si fa per cause di forza maggiore (come ad esempio in caso di lavoro in una impresa di pulizie).
  • Evitare di tagliare le unghie con le forbicine poiché per quanto in molti sottovalutino questa cosa, in realtà le forbicine tendono ad accrescere il rischio che le unghie possano spezzarsi durante l’operazione. L’ideale sarebbe utilizzare un taglia unghie che agisce in maniera secca e più precisa, ma se le unghie dovessero essere particolarmente fragili faremmo bene a procedere con una semplice limatura anziché col taglio vero e proprio.
  • Rimuovere le cuticole che spesso e volentieri sono la ragione principale per cui insorgono infiammazioni e infezioni di vario genere (che col passare dei giorni si traducono nell’indebolimento dell’unghia stessa). Per rimuovere le cuticole possiamo immergere le mani in una bacinella di acqua calda (utile per renderle più morbide), e solo in un secondo momento procedere col levarle via magari servendosi di bastoncini in legno d’arancio. L’acqua calda, in questo senso, può comunque essere sostituita con delle apposite creme che funzionano un po’ come fossero degli scrub.

Unghie forti e dieta alimentare: quale legame?

Il legame tra alimentazione e unghie c’è, eccome! Per la salute delle unghie, infatti, non solo è consigliabile ma è addirittura fondamentale seguire una dieta equilibrata e variata: uno dei principali motivi per cui le unghie tendono a indebolirsi è proprio dato dalla mancanza di alcuni nutrienti fondamentali come le proteine, le vitamine e i sali minerali.

Per reintegrare le vitamine dobbiamo assumere carote, lattuga, spinaci, broccoli, cavoli, pomodori, peperoni, pesche, albicocche, agrumi, ananas, fragole e radicchio. Per reintegrare il calcio dobbiamo invece assumere pesce, latte e suoi derivati come lo yogurt e i formaggi. Per reintegrare il ferro dobbiamo basare la dieta sulla presenza di carni rosse, pesce, pollame e verdure a foglia verde; per le proteine dobbiamo invece reintegrare uova e latticini, mentre per combattere casi di macchie bianche faremmo bene a consumare cereali integrali e germe di grano.

Share