Tavor gocce: caratteristiche e cura

Tavor gocce: caratteristiche e cura Farmaco

Tavor gocce è un ansiolitico utilizzato per poter trattare condizioni di tensione e altre situazioni che siano associate con la sindrome ansiosa. Derivato benzodiazepinico, è generalmente indicato solo se il disturbo è particolarmente grave o, comunque, in grado di determinare un forte disagio nel soggetto interessato.

Tavor gocce prezzo

Il prezzo di Tavor gocce, in una confezione da 2mg/ml, è di circa 9 euro. Per acquistarlo è necessario una ricetta, di tipo ripetibile, con un massimo di 3 volte in 30 giorni.

Tavor gocce: a cosa serve

Come già anticipato, Tavor gocce serve per poter trattare condizioni di ansia e tensione, o comunque altre manifestazioni i cui sintomi siano tipicamente ricondotti dal medico a una sindrome ansiosa. Può essere indicato come principale trattamento, o come trattamento di “riserva” nel caso in cui altre terapie meno significative non siano state in grado di risolvere il disagio disabilitante avvertito dal paziente.

Tavor: effetto immediato?

L’effetto immediato di Tavor è da intendersi ricompreso nell’arco di circa 30 minuti dall’assunzione: è infatti dopo mezzora che l’ansiolitico inizia a produrre le conseguenze desiderate, anche se molto dipenderà dal quantitativo e dalla concentrazione del principio attivo, oltre che dalle condizioni del paziente.

Ricordiamo che Tavor ha come principio attivo il Lorazepam, e che è disponibile in diversi formati a seconda delle indicazioni prescritte dal medico.

Tavor: dose letale

Nel caso in cui si sia assunta una dose eccessiva di Tavor, è ovviamente opportuno informare immediatamente il proprio medico e il pronto soccorso. Difficilmente, così come avviene per le altre benzodiazepine, una dose eccessiva di Tavor può essere letale.

Tuttavia, è difficile compiere delle generalizzazioni. Molto dipenderà non solamente dalla tipologia del paziente e dalle sue reazioni tipiche al medicinale, quanto anche nel caso in cui abbia volontariamente o meno assunto in via concomitante altri deprimenti del sistema nervoso centrale, incluso l’alcol.

Dunque, in caso di dose eccessiva di Tavor, dovrà essere indotto il vomito (entro un’ora) se il paziente è cosciente, o intrapreso il lavaggio gastrico subito dopo l’ingestione, con protezione delle vie respiratorie nel caso in cui il paziente sia privo di conoscenza, o in paziente che presentano tali sintomi tipici. Nel caso in cui nemmeno con tali pratiche si osservi un miglioramento delle condizioni del paziente, dovrà essere somministrato del carbone attivo per poter ridurre l’assorbimento.

Tavor: effetti collaterali a lungo termine

Come molti altri ansiolitici, Tavor gocce può dare dipendenza e assuefazione. Ne deriva che una certa perdita di efficacia degli effetti del medicinale può avvertirsi dopo un uso ripetuto per alcune settimane, e che contemporaneamente può manifestarsi un rischio di dipendenza, che aumenta con la dose o con la durata del trattamento. Il rischio di dipendenza è inoltre maggiore in pazienti che hanno una storia di abuso di droga, di farmaci, di alcol o con marcati di disturbi della personalità.

Tra gli altri effetti collaterali rileviamo la possibilità che il medicinale possa indurre una amnesia anterograda o disturbi della memoria, e reazioni come irrequietezza, agitazione, irritabilità o collera in alcuni pazienti (mentre altri potrebbero avvertire sedazione, sonnolenza, affaticamento).

Gli effetti collaterali generalmente spariscono gradualmente con la cessazione del farmaco, avendo cura di non interrompere di netto la sua assunzione, ma parlarne sempre con il proprio medico in caso di trattamento prolungato.

1 mg di Lorazepam a quante gocce equivale?

Lorazepam è il principio attivo delle gocce Tavor. Ma a quante gocce equivale 1 mg di Lorazepam, spesso prescritto come trattamento di Tavor gocce?

Per poterlo comprendere, si tenga conto che una gocca di Lorazepam è pari a 0,5 ml, e che per poter raggiungere 1 mg di Lorazepam è pertanto necessario diluire in un po’ di acqua un quantitativo pari a 20 gocce.

Tavor per dormire

Per curare l’insonnia, il trattamento con Tavor dovrà essere il più breve possibile (di norma, dura tra 3-4 giorni a 2 settimane, con un massimo di 4 settimane che comprenderà anche un periodo di sospensione graduale).

Per quanto riguarda il dosaggio di Tavor per dormire, generalmente viene consigliato 1 mg di principio attivo, da somministrare al momento in cui ci si corica. Se i disturbi del sonno fossero persistenti, si consiglia id usare un dosaggio maggiore, fino a 2 mg.

Share