Tatuaggi al sole, i pericoli

Tatuaggi al sole, i pericoli News e curiosità

I tatuaggi sono sempre più di moda, è un mercato che non conosce assolutamente crisi ed anche in Italia ormai c’è la voglia incessante, soprattutto tra i più giovani, di mostrare la pelle tatuata. Eppure qualche pericolo alla pelle possono arrecare, soprattutto quando si parla di tatuaggi al sole.

 

Tatuaggi e salute

Tutti sono contenti di mostrarli soprattutto al mare, quando insomma in spiaggia il corpo non è molto coperto ed anche quelli più nascosti tendono ad emergere, ma non è una cosa estremamente positiva. Gli studi sui tatuaggi sono sempre costanti, perché sembra esserci sempre qualcosa che non vada per il verso giusto, ovviamente parlando dal punto di vista salutare. All’inizio si imputava la mancanza di igiene dei tatuatori e quindi il pericolo di infezioni era dietro l’angolo, poi è toccato ad alcune sostanze contenute in questi particolari inchiostri indelebili per la pelle, alcuni accusati di essere altamente tossici, ma ora una cosa certa è che i tatuaggi al sole possono mettere in serio pericolo la salute della pelle.

 

Pericoli dei tatuaggi al sole

Il problema riguarda in modo particolare alcune tinte forti come il nero, il rosso e il blu che attirano prepotentemente i raggi calorici, in modo particolare gli infrarossi che, non disperdendosi, surriscaldano di gran lunga la cute. Inoltre esponendo i tatuaggi al sole, quelli realizzati con colori fotosensibilizzanti, si ha una reazione cutanea alquanto pericolosa con la formazione di eczemi, vescicole e forti bruciori. E’ quindi opportuno coprire totalmente i tatuaggi quando ci si espone ai raggi del sole, nemmeno infatti la protezione alta riesce effettivamente a proteggere la zona tatuata. Attenzione quindi ai tatuaggi al sole che, inoltre, tendono anche a sbiadirsi notevolmente.

Share